fbpx

Migliaia in piazza in Europa contro il razzismo

Estero

Proteste a Londra, Parigi e in varie città della Svizzera sull’onda delle manifestazioni scatenate dalla morte per mano di un agente dell’afroamericano, George Floyd, a Minneapolis

Manifestazioni e scontri in Europa contro il razzismo sulla scia di quelle in America innescate dall’uccisione di George Floyd da parte della polizia. A Parigi, migliaia di manifestanti sono accorsi in Place de la Rèpublique per protestare contro le violenze della polizia, ma le forze dell’ordine hanno impedito la manifestazione. Ne sono nati scontri e tafferugli. I negozi delle vie nei dintorni sono stati chiusi e la polizia, secondo quanto riportano i media francesi, hanno cominciato a lanciare dei lacrimogeni contro i manifestanti.

Il leader del movimento La France Insoumise, Jean-Luc Mèlenchon, ha commentato dalla piazza che in questo modo si crea un clima “molto malsano”. La protesta è stata organizzata dal comitato Adama Traorè, dal nome del giovane nero morto nel 2016 dopo essere stato fermato dalla polizia. Nel pomeriggio, poi, il Consiglio di Stato ha revocato il divieto di raduni di più di 10 persone e ristabilito il diritto a manifestare, “purchè nell’ambito delle regole”. 

A Londra, sono scesi in piazza dimostranti a difesa dei monumenti ‘a rischio‘, in particolare quello di Winston Churchill e quello ai caduti del Cenatafio. Polizia bersagliata da lanci di bottiglie negli scontri con i dimostranti. In tutto il Paese ci sono manifestazioni antirazziste, compresa Londra, anche se la manifestazione di Black Lives Matter era stata anticipata a ieri per evitare contatti con i dimostranti di oggi. La polizia metropolitana ha imposto restrizioni a diversi gruppi che intendevano protestare. Oltre 100 arresti oggi a Londra negli scontri fra dimostranti e polizia. Lo annuncia la Met Police sul suo profilo Twitter. Le accuse sono disordini, aggressione a pubblici ufficiali, possesso di armi offensive, possesso di droga di classe A e di alcolici. 

Diversi gruppi provenienti da tutto il Paese, tra cui attivisti di destra, hanno detto di essere venuti a Londra per proteggere i simboli della storia britannica. Centinaia di uomini, per lo più bianchi, si sono riuniti intorno al monumento ai caduti del Cenotafio a Whitehall e alla statua di Winston Churchill in Parliament Square. Al Cenotafio a Whitehall i dimostranti hanno superato le transenne lanciando fumogeni e coni stradali verso la polizia, che ha risposto con i manganelli. Poi hanno tentato di spostarsi verso Hyde Park dove era in corso una manifestazione antirazzista, ma sono stati fermati dalle forze dell’ordine.

Manifestazioni e cortei anche in varie citta’ della Svizzera. A Zurigo e a Ginevra i manifestanti erano almeno diecimila, secondo il conteggio della polizia. A Losanna, circa un migliaio. Le manifestazioni sono state per lo più pacifiche, tranne qualche tafferuglio a Zurigo con quelli che la polizia ha definito “elementi noti” come provocatori. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE