fbpx

Conte ai sindacati, un decreto per altre 4 settimane di Cig

Diritti del Cittadini

Giuseppe Conte ha incontrato i sindacati agli Stati generali annunciando che il governo adottera’ un dl ‘grazie al quale le aziende e i lavoratori che hanno esaurito le prime 14 settimane di Cig potranno chiedere da subito ulteriori 4 settimane approvate dal dl rilancio’. ‘Insistero’ testardamente per avere un confronto con i rappresentanti delle opposizioni’, ha aggiunto. ‘Mi sarei aspettato che, con le convocazioni a Villa Pamphili, il Governo presentasse un piano ben dettagliato, con un cronoprogramma, con gli effetti attesi sul Pil. Questo piano non l’ho visto’, attacca il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi. Agli Stati Generali e’ stato anche il giorno di Vittorio Colao, intervenuto per illustrare il piano di rilancio della task force da lui guidata, lodato dal premier: ‘Un contributo di ampio respiro, importante per il confronto di questi giorni ai fini dell’elaborazione del piano di governo’. 

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rivolgendosi ai sindacati a quanto si apprende ha chiarito che sulla sulla Cig “abbiamo gia’ in cantiere progetti specifici: la riforma e la semplificazione degli ammortizzatori sociali, la rimodulazione in chiave di politica attiva degli strumenti di sostegno, il rinnovo della disciplina della Naspi”. Il capo del governo lo ha detto nel corso della seconda giornata degli Stati generali dell’economia.

 “L’obiettivo – anche a breve – i Ministri Gualtieri e Catalfo lo hanno ben messo appunto, e’ quello di garantire la cassa integrazione a tutti i lavoratori per tutto il tempo che sara’ necessario nella fase di debolezza dell’attivita’ economica. Permettetemi di dire che tra le varie misure che abbiamo messo in campo questo e’ un tratto qualificante della nostra politica”, ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, durante la seconda giornata di lavori degli Stati Generali dedicata al rapporto con le sigle sindacali. “Un obiettivo qualificante della nostra azione e’ garantire a tutti i lavoratori una cintura di protezione sociale per prevenire dei costi sociali che altrimenti non potremmo reggere. Abbiamo per altro, proprio a questo fine, predisposto un decreto-legge, che adotteremo oggi stesso in un consiglio dei ministri che si svolgera’ a margine degli incontri odierni – grazie al quale le aziende e i lavoratori che hanno esaurito le prime 14 settimane di cassa integrazione potranno richiedere da subito le ulteriori 4 settimane approvate con il decreto Rilancio”.

“Io mi sarei aspettato che, nelle convocazioni a Villa Pamphili, il Governo presentasse un piano ben dettagliato, con un cronoprogramma, con gli effetti attesi, in quanto tempo, gli effetti sul Pil. Io questo piano non l’ho visto, quindi sarei curioso di leggerlo. Vorrei ascoltarlo”. Lo ha affermato il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, nel corso di un incontro con la stampa estera. “Detto cio’ – ha aggiunto – come Confindustria noi siamo sempre positivi e propositivi e quindi andremo a Villa Pamphili dicendo quello che pensiamo e soprattutto presentando un nostro piano ben preciso. Sara’ pubblicato e ne abbiamo fatto un libro”. Bonomi ha mostrato un volume con il titolo ‘Italia 2030′. “Noi ci crediamo, non molliamo, e ci impegneremo – ha aggiunto – affinche’ questo Paese possa esprimere quelle potenzialita’ che ha e che gli hanno permesso, nonostante la carenza di materie prime, di essere un grande Paese trasformatore, un Paese secondo esportatore dopo la Germania e di poter mettere in campo quei modelli, come ha la Germania, di rapporto tra istituzioni e parti sociali che hanno consentito in 21 ore di discussione di mettere in campo 15 pagine e un bazooka di 120 miliardi per rilanciare l’economia”.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE