fbpx

Trump un guerriero contro tutti!

Estero

di Pino Marelli – redazione USA de Il Corriere Nazionale

DETROIT – Ieri la campagna elettorale di Trump faceva la sua tappa a Tulsa in Oklahoma.

Era in parte in discussione la partecipazione dei Trumpiani  visto ancora le restrizioni del CODIV-19 e l’ostruzione del partito democratico a non volere Trump in giro (ma ok per le manifestazioni di protesta).

Difatti un folto Gruppo di manifestanti e’ stato tenuto in lontananza e un’altro ha chiuso una autostrada a tanti altri che si accingevano a partecipare all’incontro con il Presidente.

Per quanto si può parlare male di Trump non ci sono bugie sufficienti che lo fermano.

Sembra una macchina da guerra e più fake news gli addossano più viene fuori il suo genio non da politico consumato ma da un uomo spontaneo nel suo modo di essere e non calcolatore di bugie e traguardi economici.

Nel suo discorso ha raccontato una delle ultime esperienze ad una inaugurazione dei nuovi cadetti e chiariva le difficoltà a scendere una rampa e a bere un po d’acqua da un bicchiere gocciolante al quale ha messo una mano per non bagnare la cravatta che aveva addosso. Queste due azioni hanno fatto irrompere i media, che ha contro, con “fake news”, notizie false come quella che appariva malato, con problem fisici da non riuscire a scendere una rampa.

Trump li ha letteralmente distrutti con la ripetizione dei gesti che aveva fatto e le motivazioni vere dell’ocassione citando il generale che lo accompagnava per varie volte.

Per quanto si può parlar male di quest’uomo no si puo’ mentire sul fatto che ama la sua terra, ama la sua gente e difende la famiglia, Dio e il benessere del paese e quindi della gente.

I vari numeri di New York Time, agenzie come l’Ansa seguono indicazioni di copertura di  d’informazioni deviate e la sola parola “flop” , usate oggi dai TG e’ sufficiente a mentire una folla numerosa che non e’ potuta entrare e l’altra bloccata in autostrada dai manifestanti. Se quest’ultima azione si può chiamare corretta nel pensiero democratico da parte dei democratici americani lascio a voi il giudizio finale aggiungendo che milioni di persone hanno seguito il discorso on line e TV (quindi “Flop” di cosa?).

IL Presidente Trump ha portato a Washington una nuova forma di far politica, questo suo modo di fare, meno burattino dei suoi predecessori, ha rotto come si dice in gergo “le uova nel paniere”, e su un sistema corrotto ha avuto e continua ad avere tutti contro riuscendo pero a scoprire i personaggi degli “affari sporchi”

E’ veramente difficile per chi non vive e segue da vicino vedere l’altra faccia della medaglia e malgrado tutti i difetti e critiche che continuano ad arrivare giornalmente, quello che ha promesso ha fatto e sta facendo (molto raro nella politica di oggi).

Sfido un’altra persona a lavorare con quelle responsabilita’ con un attacco mai terminato dal primo giorno della sua elezione, e con poche risorse di difesa a disposizione.

Queste elezioni porteranno gli Stati Uniti d’America a una svolta epocale verso tutto il mondo.

Con Trump qualcuno ha detto: “sappiamo di che pasta e’ fatto” e quindi un voto per un paese che vuole più rispetto, più progresso, più ricchezza per il popolo e meno schiavitu’ dai poteri forti, lobbies, potere finanziario; una difesa del paese, migliorare le classi più povere, protezione dei valori umani e cristiani, insomma tutto quello che ha ripetuto ieri nel suo discorso, o si andra’ verso un voto per la svolta al partito democratico che andra’ verso la direzione del Nuovo Ordine Mondiale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE