fbpx

Trump e Neocon John Bolton

Estero


Notizie politiche USA

di Pino Marelli – redazione USA de Il Corriere Nazionale

Donald Trump chiama le menzogne ​​di Neocon John Bolton e questa prova scioccante lo sostiene

L’ex ambasciatore e la “guerra ad ogni costo per qualsiasi causa” John Bolton ha scritto un nuovo libro che fa alcune dichiarazioni scioccanti sul presidente Trump.

Certo, Bolton è noto per abbellire la verità per farci entrare in guerre, uccidere persone innocenti e spiare gli americani, così tanti si chiedono quanto sia onesto questo libro “dillo a tutti”.

Donald Trump ha infilzato il neocon John Bolton per le sue falsità e ora ha la prova scioccante che lo sostiene.

È stata una grande notizia negli ultimi due giorni: l’ex ambasciatore John Bolton ha un nuovo libro intitolato The Room Where It Happened, presumibilmente uno scandaloso racconto sull’amministrazione Trump.

Naturalmente, nel caso di Bolton, la “stanza” in questione è più probabilmente quella nei recessi della sua mente.

E proprio come l’uscita del suo ultimo libro, Bolton mostra che se non conosce la verità, almeno conosce il marketing.

La domanda principale che la maggior parte degli esperti si pone è solo quante storie ha inventato Bolton in questo nuovo libro?

Bolton afferma in modo scioccante che il presidente Trump ha chiesto aiuto ai cinesi nelle prossime elezioni del 2020.

Trump ha negato le accuse come pura fabbricazione e ora ha il sostegno di coloro che si trovavano nella “stanza in cui è accaduto” – o più precisamente, dove non è accaduto.

In un estratto del libro di Bolton pubblicato sul Wall Street Journal, Bolton scrive: “Trump poi, sorprendentemente, ha rivolto la conversazione alle imminenti elezioni presidenziali degli Stati Uniti, alludendo alla capacità economica della Cina e supplicando Xi di assicurarsi che avrebbe vinto”.

“Ha sottolineato l’importanza degli agricoltori e un aumento degli acquisti cinesi di soia e grano nel risultato elettorale. Vorrei stampare le parole esatte di Trump, ma il processo di revisione della pre-pubblicazione del governo ha deciso diversamente. “

Mercoledì, il rappresentante commerciale degli Stati Uniti Robert Lighthizer ha fortemente negato che il presidente Trump abbia mai chiesto aiuto al presidente cinese Xi Jinping nelle imminenti elezioni presidenziali.

“Assolutamente falso, mai accaduto. Ero lì, non ricordo che ciò che accadesse mai. Non credo sia vero, non credo che sia mai successo “, ha testimoniato Lighthizer nel corso di un’audizione del Comitato finanziario del Senato.

Ulteriori informazioni su RevenueStripe …
Lighthizer – un noto e rispettato critico del Partito Comunista Cinese – disse al senatore Robert Menendez (D-NJ) che in realtà era lì, durante l’incontro, nella stanza, e che le accuse di Bolton erano “completamente pazze”.

“Avrei ricordato qualcosa di così folle? Certo, lo farei ”, ha detto Lighthizer.

Bolton fa numerose altre accuse oltraggiose contro Trump nel suo libro, incluso l’accusa di aver cercato di placare il dittatore straniero presidente turco Recep Tayyip Erdogan e, naturalmente, il presidente russo Vladimir Putin. Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha fatto causa a Bolton all’inizio di questa settimana per ritardare l’uscita del suo libro, che dovrebbe essere disponibile il 23 giugno.

Vi terremo aggiornati su eventuali nuovi sviluppi in questa storia.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE