fbpx

Chiesti 24 rinvii a giudizio per Bibbiano, il centrodestra torna all’attacco

Senza categoria

L’udienza davanti al gip è stata fissata per il prossimo 30 ottobre. Tra gli imputati nell’inchiesta “Angeli e Demoni” sugli affidi illeciti anche il sindaco Andrea Carletti. Salvini: “Il Pd si faccia un esame di coscienza” 

La Procura di Reggio Emilia ha chiesto il rinvio a giudizio per 24 persone nell’ambito dell’inchiesta “Angeli e Demoni” su presunte irregolarità nell’affido di minorenni in Val d’Enza. L’udienza davanti al gip è stata fissata per il prossimo 30 ottobre. Tra gli imputati per i quali è stato chiesto il processo figura anche il sindaco di Bibbiano, Andrea Carletti, al quale si contestano i reati di falso e abuso di ufficio.

La notizia ha scatenato i commenti dei big di centrodestra sull’onda della campagna ‘Parlateci di Bibbiano’, cavallo di battaglia della candidata leghista per l’Emilia Romagna, Lucia Bergonzoni.

Il leader della Lega, Matteo Salvini, afferma: “Quello che a sinistra è stato definito un semplice raffreddore ha prodotto 24 richieste di rinvio a giudizio. Su Bibbiano attendiamo le sentenze, come è giusto che sia, ma dal Pd e dintorni dovrebbero farsi un esame di coscienza per l’arroganza e la superficialità con cui hanno liquidato il dolore di troppe famiglie”.

Giorgia Meloni (FdI) rincara: “Le 24 richieste di rinvio a giudizio della Procura di Reggio Emilia nell’inchiesta “Angeli e Demoni” confermano che la nostra battaglia per chiedere verità e giustizia non era campata in aria. La sinistra ha tentato in tutti i modi di minimizzare e insabbiare lo scandalo Bibbiano. Hanno parlato di “raffreddore”, che il sistema era “sano”, che non era successo nulla e che chi parlava di questa vergogna nazionale faceva campagna elettorale. Gli atti giudiziari dimostrano che non è così. Continueremo a chiedere condanne esemplari per gli orchi che hanno rubato i bambini dalle loro famiglie per guadagnarci sopra. E non ci stancheremo di parlare di Bibbiano finché non sarà fatta piena luce su quello che è successo e finché ogni singolo bambino ingiustamente sottratto non tornerà tra le braccia dei suoi genitori”.

Per Anna Maria Bernini, Presidente dei senatori di Forza Italia, “la notizia della richiesta di rinvio a giudizio per 24 persone nell’ambito dell’inchiesta ‘Angeli e Demoni’ e’ certamente positiva. Sui fatti di Bibbiano abbiamo bisogno di verità e di giustizia. Occorre che le responsabilità siano accertate una a una, perche’ cosi’ deve agire uno Stato di diritto, di fronte a vicende che hanno distrutto intere famiglie. E perchè è solo dalla verità piena che si potrà ripartire per impedire che fatti simili si ripetano”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE