fbpx

Abbattuta la statua del “padre degli indios”. Video

Estero


La statua nel Golden Gate Park di San Francisco di san Junípero Serra, francescano spagnolo che nel XVIII secolo evangelizzò la California dove fondò nove missioni, è stata abbattuta venerdì scorso da un gruppo di persone riconducibile alla galassia del movimento Black Lives Matters. Circondata con funi, la statua è stata scaraventata a terra e imbrattata con vernice rossa (azioni simili sono avvenute anche in Spagna). Secondo i vandali, il santo (è stato canonizzato da papa Francesco il 23 settembre 2015) sarebbe colpevole di genocidio nei confronti dei nativi.

Accuse respinte dal vescovo della città Salvatore Joseph Cordileone che invece ha ricordato come Serra non solo non oppresse i nativi, ma li difese dalle mire violente dei conquistatori spagnoli, insegnando loro a coltivare la terra. Ha aggiunto ancora Cordileone: «San Junipero Serra ha offerto ai nativi la cosa migliore che aveva: la conoscenza e l’amore di Gesù Cristo, che lui e i suoi compagni frati francescani hanno ottenuto attraverso l’educazione, l’assistenza sanitaria e la formazione nelle arti agrarie». Altro che razzista, san Serra è ricordato come il “padre degli indios”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE