fbpx

Gli Usa annunciano dazi del 25% su beni francesi per 1,3 miliardi di dollari

Economia e Finanza

L’applicazione è però rinviata nell’auspicio di un’intesa. Si tratta di una risposta alla “digital tax” varata da Parigi

© Nicholas Kamm / AFP – Donald Trump

Gli Usa annunciano tariffe del 25% su beni francesi per 1,3 miliardi di dollari ma rinviano la raccolta auspicando una possibile intesa prima della loro entrata in vigore. Lo rende noto l’ufficio del Rappresentante al commercio statunitense.

I nuovi dazi Usa del 25% contro la Francia rappresentano una risposta punitiva alla ‘digital tax’ del 3% sui ricavi delle società che forniscono beni e servizi via internet e che ha colpito anche i colossi tecnologici americani. Tra i prodotti francesi sui quali vengono imposte tariffe all’import, cosmetici e borse mentre vengono risparmiati vini, champagne e formaggi.

I nuovi dazi Usa non entreranno in vigore prima del 6 gennaio del 2021 mentre vanno avanti i negoziati commerciali con l’obiettivo di risolvere la disputa. “La Digital service tax ha ingiustamente preso di mira le società tecnologiche digitali statunitensi”, sottolinea l’ufficio del Rappresentante al commercio Usa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE