fbpx

Basta liti e contrasti i cittadini vogliono un’Europa unita

Cronaca

LETTERE AL DIRETTORE

Egr. Direttore,

occorre essere responsabili, non si può ignorare che anche la politica Europea sta facendo acqua da tutte le parti. Ci vogliono politiche nuove ed aiuti alle nazioni in difficolta dopo la pandemia. Forse questi signori non riescono a capire che in tutte le Nazioni che fanno parte dell’Europa ci sono parecchi problemi finanziari e lavorativi. Ogni Nazione dovrebbe capire che per vincere e salvare l’olimpo europeo c’è bisogno di tutti. In Europa per andare avanti c’è bisogno di amicizia, rispetto, lealtà, fiducia e onestà, non possiamo accettare che alcune Nazioni del nord Europa pensano solo ai propri interessi per occupare un posto di rilievo nella compagine europea, carissimi gentiluomini in queste condizioni non si può andare avanti.

Bisogna ricordare ai politici di queste nazioni che i cittadini sono stanchi non vogliono essere sottomessi o comandati da questi politici affaristi, faccendieri e speculatori, ma in modo particolare dai poteri forti.

Ricordiamo al governo Europeo ma anche agli stati più ricchi che vogliono la priorità sugli altri Stati Europei in difficoltà, che anche in Europa ci sono molti cittadini senza lavoro o disoccupati da diversi anni in modo particolare i giovani. I cittadini di tutti gli Stati che compongono l’Europa vogliono il lavoro, senza lavoro non c’è crescita, di questo dovete parlare nel parlamento Europeo, la disoccupazione è molto alta pensateci, inoltre bisogna ricordare ai politici  che siedono nel parlamento Europeo che in questo momento di oscurità economica, dovete parlare di aiuti alle nazioni in difficoltà di sicurezza, il mondo è circondato ancora da tanti focolai di guerre, terrorismo e malattie. Perché distruggerla?  L’Europa cari gentiluomini deve essere unita e camminare insieme a tutte le nazioni anche in affanno. Forse è arrivato il tempo che gli stati Europei parlano una sola voce con un’unica Bandiera!

Cav. Antonio Guarnieri


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE