fbpx

L’Italia si concentrano gli investimenti della famiglia Mulliez (Auchan)

Cronaca

L’Italia il primo paese dopo la Francia su cui si concentrano gli investimenti della famiglia Mulliez 

MILANO   Ceetrus Italy lancia un ambizioso piano quinquennale di 2,5 miliardi di euro da destinare alla riqualificazione delle aree urbane, allo sviluppo immobiliare di uffici e residenze e all’ampliamento dei siti commerciali esistenti. La società italiana è il primo Paese, dopo la Francia su cui la famiglia Mulliez, proprietaria della holding Auchan, ha pianificato ingenti investimenti per dare un grosso impulso alla strategia di espansione nel settore immobiliare.

Sulla scia della decisioni del Gruppo anche in Italia Ceetrus Italy si posiziona come investitore immobiliare di progetti ad uso misto che comportano interventi di riqualificazione urbana di aree cittadine con progetti molto diversificati dai più contenuti come ad esempio, alcuni mercati comunali coperti a Milano e Torino, fino a veri e propri progetti di rigenerazione urbana in importanti zone cittadine a Milano sui quali la società prevede di investire oltre 670 milioni di Euro suddivisi: in 260 mil. di Euro per gli interventi di valorizzazione e riqualificazione urbana; 216 milioni per quelli legati allo sviluppo residenziale e 200 milioni destinati ad uffici e terziario.

Attualmente la società è impegnata nella realizzazione di un progetto di cohousing a Cascina Gerola a Chiaravalle sud-est di Milano, il cui investimento totale ammonta a 15 milioni di Euro. Si tratta di soluzioni abitative che privilegiano uno stile di vita collaborativo in grado di garantire una migliore qualità della vita, attraverso la condivisione e l’ottimizzazione degli spazi comuni.

La strategia alla base del nuovo corso societario si basa su un grande cambiamento focalizzato sull’innovazione, sulla sostenibilità e le esigenze dei cittadini. Ceetrus si impegna a contribuire al disegno delle città del futuro: luoghi di vita evoluti ed intelligenti in cui il commercio, abitazioni e infrastrutture urbane si fondono favorendo connessioni e legami sociali. 

Ed è per questo motivo che anche per lo sviluppo dei progetti commerciali, Ceetrus ha messo a punto un nuovo modello di business in cui viene data la massima importanza ai servizi, con un focus quasi maniacale verso le esigenze del cittadino e del territorio. Più spazi dedicati alla ristorazione, all’intrattenimento e ai luoghi di incontro a fronte di una razionalizzazione delle aree destinate allo shopping. 

Il nuovo concept che caratterizzerà i tre principali progetti commerciali sui quali Ceetrus Italy sta concentrando una quota rilevante dei propri investimenti riguardano il Merlata Mall un complesso formato da due edifici che si estende su un’area di 65.000 mq per il quale sono stati allocati 325 milioni di euro. Nel cuore del primo Urban Smart District di Milano adiacente all’AreaExpo, Merlata Mall  è destinato ad ospitare nuove forme di intrattenimento basate sulla realtà virtuale, attività sportive ed arte digitale oltre naturalmente alla ristorazione che trova spazio lungo un boulevard coperto illuminato da luce naturale. L’inaugurazione è prevista per il 2022.  

Il secondo progetto è quello di Milanord2 a Cinisello Balsamo: 240 mila metri quadri per un totale di 800 milioni di euro prevede la realizzazione di un mall futuristico, servito da un hub della metropolitana  e la costruzione di un quartiere di uffici, l’inaugurazione è prevista per il 2023-24. 

Sarà infine TO Dream, un open mall che verrà realizzato a Torino nell’area dismessa ex Michelin, adiacente al già esistente Centro Commerciale di Corso Romania – sempre gestito da Ceetrus – e la cui prima parte aprirà i battenti tra due anni. 270.000 mq caratterizzati da una architettura con portici ispirata ai portici del centro di Torino, all’interno del quale si apriranno numerosi negozi e ristoranti, un’ampissima area dedicata al leisure, un hotel e il nuovo headquarter della Michelin.

A questi interventi si aggiungono l’ampliamento e la trasformazione di altri tre centri commerciali esistenti: Rescaldina  a nord di Milano, Marconi a Cagliari e Venaria a Torino per il quali Ceetrus Italy ha messo in campo altri 150 milioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE