fbpx

Atalanta in ritiro a Clusone? Si prepara comunque l’area

Sport & Motori

Il Coronavirus, oltre a modificare il calendario calcistico, ha scombussolato quello che avrebbe dovuto essere il normale svolgimento del ritiro estivo dell’Atalanta a Clusone.

Il presidente Antonio Percassi alla presentazione del primo ritiro baradello aveva dichiarato che l’Atalanta avrebbe svolto la preparazione estiva a Clusone “per minimo dieci anni”. Ma con la fine del campionato fissata per il 2 agosto per ora di calciatori a Clusone non se ne sono visti. Lo scorso anno la Dea aveva salutato la cittadina baradella il 23 luglio.

Sull’arrivo della squadra peserà l’andamento della Champions League: secondo quello che sembra il quadro più probabile il ritiro inizierà solo dopo le partite targate UEFA. La prima sfida per l’Atalanta (contro il Paris Saint-Germain) è in programma il 12 agosto.

Tuttavia dall’area sportiva in via don Bepo Vavassori arrivano già segnali che potrebbero essere letti come indicativi dell’arrivo della Dea: si sta infatti coprendo la recinzione esterna dell’area con un telo per permettere lo svolgimento degli allenamenti nella massima riservatezza.

“Il campo è pronto – afferma il sindaco Paolo Olini -, noi ci stiamo preparando, la convenzione è già stata sottoscritta l’anno scorso, ma per ora non abbiamo alcuna ufficialità. Con le date quest’anno non è semplice. Nei prossimi giorni potrebbe esserci ancora un incontro”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE