fbpx

Conte: proroga emergenza ad ottobre serve, pandemia ancora presente

Politica

Governo non vuole alimentare paura o allarmi, misure per Paese più sicuro

 

ROMA – La pandemia “è ancora presente”, e dunque la proroga dello stato d’emergenza “al prossimo mese di ottobre” è necessaria. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nelle comunicazioni al Senato circa la necessità di prorogare lo stato d’emergenza per la pandemia di Covid-19.

“Sarebbe incongruo sospendere bruscamente l’efficacia delle misure sin quando non si siano conclusi gli interventi” adottati in virtù dello stato d’emergenza “e si sia tornati ad un tollerabile grado di normalità. Se è vero per eventi che si esauriscano una volta per tutte, un terremoto, lo è ancora di più per una pandemia che non è un fatto puntuale ma è un processo in continua e imprevedibile evoluzione e ancora oggi seppure in misura contenuta è ancora presente. Se non ci assumessimo questa responsabilità cesserebbero di avere effetto le singole ordinanze” della Protezione Civile “come i conseguenti provvedimenti attuativi”.

Senza la proroga dello stato di emergenza, ha spiegato ancora il premier, non potrebbero essere noleggiate le navi che consentono la “sorveglianza sanitaria dei migranti”. “Tra le misure che perderebbero efficacia c’è anche quella che consente di noleggiare navi per la sorveglianza sanitaria dei migranti, non sfugge a nessuno quanto sia attuale questo strumento che concorre insieme agli altri a un ordinato svolgimento della quarantena a tutela della sanità pubblica”.

Si tratta di una “situazione complessa che va affrontata con risoluzione, efficacia e tempestività”. Siamo convinti di voler interrompere tutte queste attività?”.

“Da parte del governo – ha assicurato Conte – non vi è nessuna intenzione di drammatizzare o alimentare paure ingiustificate nella popolazione”. La proroga dello stato d’emergenza “non è riconducibile alla volontà di creare una ingiustificata situazione di allarme, tutt’altro: manteniamo quelle misure che rendono il Paese ben più sicuro a beneficio dei cittadini italiani ma anche dei turisti”. “Ho sempre trasmesso segnali di fiducia, anche con scelte risolute che hanno permesso l’avvio in sicurezza” delle attività economiche, ha rivendicato Conte. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE