fbpx

I Presidenti delle Regioni incontrano il Capo dello Stato il 4 agosto

Politica italiana e internazionale

1970-2020: 50 anni delle Regioni a statuto ordinario

Alle 9.30 confronto interregionale all’hotel “le Naiadi” a Roma: “”Dopo l’emergenza la ripartenza: le proposte delle Regioni e delle Province autonome”

L’incontro politico e istituzionale – che coinvolgerà i Presidenti delle Regioni e non sarà aperto al pubblico – si articolerà in tre tavole rotonde, ciascuna dedicata ad una macroarea tematica: “Dalla parte delle persone” (come migliorare la sanità, il welfare, la scuola, i servizi pubblici); “+ Imprese + Lavoro = Sviluppo (la capacità di produrre per la qualità: quando il new deal è green. Un nuovo modo di intendere lo sviluppo – dall’economia circolare alla sostenibilità, dalla digitalizzazione alla internazionalizzazione, nuova agricoltura-nuovo turismo – è il segno del mondo del lavoro che cambia); “Il territorio: 20 facce della stessa Italia” (Liberiamo il Paese: infrastrutture e trasporti. La lotta al dissesto idrogeologico e all’inquinamento. La protezione civile fuori dall’emergenza.  Il valore delle identità fra monumenti, paesaggi, luoghi della cultura e beni ambientali. Solidarietà e coesione delle Regioni in Europa).
Il confronto porterà alla elaborazione e all’approvazione di un “documento” finale da rappresentare al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel corso dell’incontro che avrà luogo lo stesso 4 agosto alle 16.30 al Quirinale.
Programma
Dopo 50 anni dalla loro istituzione, le Regioni riflettono sull’evoluzione che ha costantemente accompagnato il loro percorso di trasformazione da ente istituzionale a vera e propria comunità territoriale. L’emergenza al Covid-19 che ancora si sta combattendo ha messo in luce limiti, prospettive ed anche opportunità. Le Regioni si sono trovate a rispondere in maniera rapida ed efficace alla pandemia. Grazie al principio di leale collaborazione praticata a tutti i livelli, si è creato un “metodo” che ha permesso alla Repubblica nel suo complesso di garantire i diritti sociali, civili ed economici dei propri cittadini. Un percorso che ha messo alla prova e consolidato la leale collaborazione tra Stato e Regioni, mettendo alla luce un rafforzamento necessario del sistema delle Conferenze.
Le istituzioni regionali sono chiamate oggi ad un approfondimento e ad una riflessione sull’attuale situazione e sulle sfide future che richiederanno il consolidamento di un perfetto equilibrio nel bilanciamento tra le competenze dello Stato e quelle delle Regioni, ovvero tra le esigenze del centro e quelle della periferia, che può realizzarsi proprio con il riconoscimento e la valorizzazione delle istanze dei territori, mediante una collaborazione continua e costante tra tutti gli attori istituzionali coinvolti.
Ore 9,30 – Hotel Palazzo Naiadi
DOPO L’EMERGENZA LA RIPARTENZA: LE PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME
Incontro interregionale non aperto al pubblico
Ore 9,30 arrivo e accoglienza – Ore 10,00 avvio in contemporanea delle Tavole rotonde
Tavola rotonda
DALLA PARTE DELLE PERSONE
Come migliorare la sanità, il welfare, la scuola, i servizi pubblici
Presiede la Tavola rotonda: Alberto Cirio, Presidente della Regione Piemonte
Intervento introduttivo dei Coordinatori/Presidenti delle Commissioni interessate
Regioni partecipanti al dibattito: Emilia-Romagna, Lazio, Molise, Piemonte, Veneto.
Conclusioni: Donato Toma, Presidente della Regione Molise
Tavola Rotonda
+ IMPRESE + LAVORO = SVILUPPO
La capacità di produrre per la qualità: quando il new deal è green. Un nuovo modo di intendere lo sviluppo (dall’economia circolare alla sostenibilità, dalla digitalizzazione alla internazionalizzazione, nuova agricoltura-nuovo turismo) è il segno del mondo del lavoro che cambia
Presiede la Tavola rotonda: Massimiliano Fedriga, Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia.
Intervento introduttivo dei Coordinatori/Presidenti delle Commissioni interessate
Regioni partecipanti al dibattito: Abruzzo, Bolzano, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Puglia, Sicilia, Toscana
Conclusioni: Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia
 
Tavola Rotonda
 
IL TERRITORIO: 20 FACCE DELLA STESSA ITALIA
Liberiamo il Paese: infrastrutture e trasporti. La lotta al dissesto idrogeologico e all’inquinamento. La protezione civile fuori dall’emergenza.  Il valore delle identità fra monumenti, paesaggi, luoghi della cultura e beni ambientali. Solidarietà e coesione delle Regioni in Europa
Presiede la Tavola rotonda: Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria e Vice Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome
Intervento introduttivo dei Coordinatori/Presidenti delle Commissioni interessate
Regioni partecipanti al dibattito: Basilicata, Campania, Liguria, Sardegna, Trento, Umbria, Valle D’Aosta
 
Conclusioni: Donatella Tesei, Presidente della Regione Umbria
Ore 12.15 – Sessione plenaria 
– Esiti delle Tavole Rotonde
– Approvazione del Documento da presentare al Presidente della Repubblica: “1970-2020: le istituzioni regionali 50 anni dopo.
 
UN PATTO RINNOVATO TRA LE REGIONI: LE PROPOSTE PER L’ITALIA”
– Intervento del Ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia
Ore 16.30 – Palazzo del Quirinale
Incontro con il Presidente della Repubblica
 
– Intervento del Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Stefano Bonaccini
 
– Discorso del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella
 
La cerimonia, per motivi legati all’emergenza sanitaria, potrà essere seguita in diretta streaming sul sito www.quirinale.it.Nel 50° della istituzione delle Regioni a statuto ordinario la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha organizzato una sessione di confronto interregionale – “Dopo l’emergenza la ripartenza: le proposte delle Regioni e delle Province autonome” – che si terrà il 4 agosto presso l’hotel “Le Naiadi” di Roma (dalle ore 9.30 alle ore 13.30).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE