fbpx

Il dl di agosto, Conte “sosteniamo lavoratori e imprese”

Politica

“Con il Dl agosto abbiamo approvato misure significative, stanziando nel complesso 100 miliardi, un provvedimento con cui tuteliamo l’occupazione, sosteniamo lavoratori ed imprese, alleggeriamo scadenze fiscali, aiutiamo regioni, enti locali e sud”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, dopo l’approvazione del Dl agosto in Consiglio dei ministri. Oltre al nuovo decreto da 25 miliardi approvato “salvo intese tecniche”, c’è anche il nuovo Dpcm con le misure per contenere la diffusione del coronavirus prorogate fino al 7 settembre e alla riforma del Csm.

Tra le misure, “ci saranno 18 settimane di cassa integrazione – ha spiegato il premier -, ma per incentivare le imprese ci sara’ un nuovo intervento, un vantaggio per chi richiama gli operai con 4 mesi di sgravi contributivi al 100%, ovviamente non ci saranno licenziamenti. Abbiamo approvato un fondo perduto, per le perdite di fatturato per le attivita’ commerciali di 29 centri storici di citta’ vocate al turismo internazionale. Abbiamo poi importanti misure di sostegno per imprese per automotive, 500 milioni non solo per incentivi rottamazione ma per la creazione di nuove colonnine elettriche”. “Per il Sud abbiamo realizzato un intervento di portata storica – ha affermato -, dal primo ottobre ci sara’ una fiscalita’ di vantaggio, una decontribuzione del 30% per tutti lavoratori, e deciso un taglio contributi da versare. Non dividiamo l’Italia in due – ha detto -, ma facciamo in modo che cresca il sud e l’Italia intera”. 

“Con il nuovo Dpcm – ha aggiunto – proroghiamo fino al 7 settembre le misure precauzionali minime. Il divieto di assembramento rimane, il distanziamento sociale, l’uso delle mascherine”. Per Conte, nel nuovo Dpcm ci sono misure “proporzionate, adeguate. Conte ha anche lanciato un appello ai giovani: “Bisogna muoversi in modo responsabile, in gioco c’e’ la salute dei vostri cari”.

Sulla questione dei verbali del Cts, il presidente del Consiglio ha precisato: “Il governo si e’ assunto sempre la responsabilita’ politica delle proprie decisioni. Per quanto riguarda il verbale del 3 marzo, ne sono venuto a conoscenza il 5”. “La riforma del Consiglio superiore della magistratura approvata in Consiglio dei ministri – ha evidenziato poi il premier – fissa criteri oggettivi e meritocratici di assegnazione degli incarichi”. 

 Il Governo non subira’ alcun rimpasto. “Sono pienamente soddisfatto – ha detto Conte – di tutti i miei ministri, non c’e’ nessuna esigenza di rimpasto. Siamo assolutamente concentrati su passaggi impegnativi – ha sottolineato -, c’e’ da lavorare al Recovery Plan italiano”.

“C’e’ una modulazione nuova degli interventi – ha detto il ministro dell’economia Gualtieri – con alcune scelte di grande rilievo. Con questo pacchetto abbiamo dimostrato di essere in grado e avere la determinazione di fornire uno stimolo fiscale molto forte per sostenere l’impatto della crisi e favorire la ripresa. Adesso ci accingiamo a favorire l’implementazione rapida ed efficiente di queste misure e a predisporci a questo grande piano di investimenti e riforme che costituisce un’occasione storica dell’Italia”.

Tra gli interventi, anche una misura per i lavoratori di Air Italy: “Facciamo una cassa per cessazione per dieci settimane”, ha detto Catalfo. Per Teresa Bellanova, ministro delle politiche agricole, “con il Bonus Filiera per i ristoranti abbiamo a disposizione risorse rilevanti e uno strumento che da’ liquidita’ al sistema e ossigeno alle imprese”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE