fbpx

A settembre tornano le Fiere a Milano

Cronaca

di Marco Castelli

Se già lo scorso giugno Fiera Milano S.p.A. annunciava la ripartenza in sicurezza di fiere e congressi da settembre, oggi la situazione sembra fortunatamente confermata. Anche se negli ultimi giorni la diffusione del Covid-19 in Italia sembra in risalita, anche per via dei rientri dalle vacanze, la situazione – allo stato attuale – non ha comunque raggiunto un livello tale da pensare a nuove chiusure generalizzate.

Sul sito web di Fiera Milano si legge che si è pronti “a ripartire da settembre con l’obiettivo di favorire la ripresa economica del Paese e supportare la crescita e l’internazionalizzazione delle imprese. Grazie alla collaborazione con un team di esperti e in sinergia con i principali players del settore, Fiera Milano ha lavorato alla realizzazione di un “Protocollo per il contenimento della diffusione del nuovo coronavirus” che traccia linee guida concrete finalizzate a garantire una ripartenza del settore fieristico, nel pieno rispetto della normativa in essere e tenendo in considerazione l’evoluzione epidemiologica e le conseguenti disposizioni”.

Fiera Milano ha previsto nuove modalità di ingresso, la pre-registrazione e percorsi strutturati più ampi e regolari che possano guidare il visitatore all’interno dei padiglioni, le aree comuni e i punti di ristoro.

Quali sono le Fiere che ci attendono?

Il polo di Rho-Pero ripartirà già l’8 settembre con Milano Unica, fiera dedicata al mondo del tessile e degli accessori d’abbigliamento di alta gamma. Sono previste due giornate (con un nuovo orario, più lungo rispetto al passato: dalle 10.00 alle 20:00) nelle quali gli oltre 200 espositori presenteranno le collezioni Autunno/Inverno 2021-22.

La seconda metà del mese di settembre vedrà l’apertura di HOMI Fashion&Jewels Exhibition in cui stile, design e ricerca si incontrano per dar vita a proposte originali, accostamenti inaspettati e idee innovative.

Ci sarà anche MICAM Milano, celebre salone internazionale e punto di riferimento per il settore calzaturiero, nonché Mipel The Bag Show (la più grande fiera internazionale della pelle e accessori moda che si svolge due volte l’anno a Milano) e di TheOneMilano (dedicata al prêt-à-porter femminile d’alta gamma).

Seguirà un ricco calendario che include la grande e apprezzata Artigiano in Fiera, prevista dal 5 al 13 dicembre. Si tratta di un irrinunciabile appuntamento per gli appassionati di cibo e di manifattura artigianale sia made in italy che proveniente da tutto il mondo.

Perché la ripartenza delle Fiere è così importante?

L’economia italiana (e mondiale), messa così a dura prova dal Covid-19, non può ovviamente che dipendere dall’incontro domanda-offerta.

Le prime fiere che la storia ricordi (quelle d’epoca medievale, ma anche i romani le conoscevano) costituivano un polo attrattivo per i commercianti provenienti da ogni dove. Con le fiere si favoriva, e si favorisce tutt’oggi, la conoscenza e lo scambio di nuove merci e servizi.

A Milano, durante i pochi giorni di fiera, si recano migliaia di persone tra espositori e visitatori e questo sostiene, innanzitutto, le casse di hotel e ristoranti, fortemente danneggiati dal lockdown. Ma, soprattutto, ciò consente all’intera economia nazionale di ripartire e di pensare positivo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE