fbpx

“Un medico in famiglia” ci sarà una prossima edizione? ce ne parla l’attrice Margot Sikabonyi

Arte, Cultura & Società

Margot Sikabonyi, conosciuta come Maria Martini nella fiction “Un medico in famiglia” oggi svolge la mamma a tempo pieno e si dedica alla famiglia. Su Instagram l’attrice è attiva più che mai, fra i suoi scatti quotidiani ritroviamo: lo yoga, il cane Shanti, promozioni di brand, l’amore per la natura.

Che fine ha fatto “Un medico in famiglia”? è la domanda ricorrente fra i fan della serie televisiva, nostalgici della simpatia di Lino Banfi, l’unione della famiglia tradizionale. A questo riguardo, abbiamo chiesto aggiornamenti al volto storico di Margot.

Nella tua esperienza di mamma, la fiction “Un medico in famiglia” che tipo di valori ti ha trasmesso? ad oggi che tipo di rapporto vi è fra gli attori del cast? durante le scene c’era qualcosa in comune con la tua famiglia d’origine? è probabile un ritorno di un’ennesima stagione televisiva?

La fiction mi ha trasmesso il valore della famiglia, che si resta insieme nonostante tutto, nelle crisi ci si fa forza insieme. Ad oggi siamo tutti in ottimi rapporti, ovviamente si sono create delle unioni più speciali di altre, tipo fra me e Giulio Scarpati, Milena Vukotic, Eleonora Cadeddu, la mia sorella amata. Durante le scene c’era pochissimo in comune con la mia famiglia d’origine, in quanto io sono cresciuta da mamma canadese e papà ungherese, morto durante le riprese. Avevo una famiglia diversa, non italiana (non c’era il nonno che stava in cucina a cucinare) e non allargata, poiché la famiglia di mia mamma viveva tutta in Canada. Avrei tanto voluto una famiglia così grande. A me piacerebbe sicuramente tornare a recitare, se si rifà un Medico in Famiglia, lo rifaccio ridendo alla grande.

Nel tuo profilo Instagram, si evince che sei una sportiva autentica. Quante ore dedichi allo sport? oltre allo yoga pratichi anche qualche altra attività? 

Prima dei bimbi ero sportiva, praticavo sport tutti i giorni: facevo yoga, lezione di ballo, passeggiata col cane, correvo, andavo a nuotare. Adesso con i bimbi mi ritaglio dei momenti per fare yoga, la vita di mamma è a dir poco attiva, scendere le scale con i bimbi in braccio è come andare in palestra.

Ci puoi anticipare quali saranno i tuoi prossimi progetti televisivi?

Non ne ho ancora, ci saranno dei cortometraggi che girerò.

Il tuo cane Shanti è stato adottato? quando sono nati i tuoi figli è diventato più protettivo? quale messaggio ti sentiresti di lanciare a coloro che vorrebbero essere possessori di un animale domestico in casa, ma sono perplessi circa lo stato di pulizia e tempo da dedicargli?

Shanti è stata adottata penso quando aveva 3-4 mesi, è diventata protettiva quando sono nati i bimbi. Quando andavamo in giro con le carrozzine, lei abbaiava a qualsiasi cane che si permettesse anche solo di avvicinarsi, prima dell’arrivo dei bimbi non aveva mai abbaiato. Il piccolo Leonardo è cresciuto imparando a camminare attaccandosi a Shanti e tutt’ora ci si sdraia sopra e se l’abbraccia tutta. Gli animali portano amore infinito, bisogna sapere che dietro c’è un lavoro e se lo meritano. E’ chiaro che uno non ha voglia di occuparsi di loro potrebbe essere un problema.

Le passeggiate più belle che ho fatto con Shanti sono state quelle che non avevo nessuna voglia di fare, perché faceva freddo, pioveva e invece poi mi ritrovavo in un parco da sola sotto la pioggia, bellissima, mi sentivo rinfrescata, mi risentivo felice, gli animali ci danno la possibilità di riconnetterci con la natura. Shanti è una parte della nostra famiglia!

Annamaria Iannelli


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE