fbpx

Il centrodestra non ha ancora un candidato per la corsa al Campidoglio

Politica italiana

Si vota tra 10 mesi e Virginia Raggi ha annunciato la sua ricandidatura a Palazzo dei Senatori. Il Pd sta ragionando su una serie di nomi, mentre sull’altro fronte le incertezze sembrano maggiori

© AGF – Matteo Salvini e Giorgia Meloni

AGI – L’accelerazione imposta da Virginia Raggi alla campagna elettorale per il Campidoglio trova le opposizioni a corto di sfidanti. Se nel Pd i nomi di maggiore peso ipotizzati nelle ultime settimane, da Enrico Letta a David Sassoli, ieri si sono chiamati fuori dalla partita, il centrodestra non ha ancora individuato nemmeno il profilo del suo candidato, se cioè sarà un politico o un esponente della società civile.

Eppure M5s e Pd considerano molto probabile che solo uno dei due arriverà al ballottaggio, cercando magari una intesa al secondo turno, per sfidare proprio il candidato del centrodestra. I numeri delle ultime tornate elettorali in città sembrano offrire questo scenario. La coalizione trainata da Lega e Fratelli d’Italia è cresciuta soprattutto nelle periferie cittadine più difficili proprio ai danni del M5s.

Basti pensare che alle Comunali del 2016 a Roma la Lega non correva nemmeno – la lista Noi con Salvini racimolò il 2,7% – mentre lo scorso anno alle Europee in città ha ottenuto il 25,7%. Un balzo notevole in una città dove il centrodestra ha governato solo una volta in Campidoglio, con Gianni Alemanno, in una esperienza caratterizzata da inchieste giudiziarie e polemiche continue.

Candidato sindaco del centrodestra con il profilo adatto viene indicata Giorgia Meloni, ma da tempo la leader di Fratelli d’Italia lascia intendere di essere ormai concentrata sul palcoscenico nazionale. Nel 2016 la Meloni aveva corso, sostenuta da Matteo Salvini ma non da Forza Italia, arrivando terza a 4 punti dal ballottaggio contro la Raggi.

Visto il radicamento sui rispettivi territori si profilerebbe un accordo che preveda il candidato a Roma indicato dalla Meloni e quello per Milano da Salvini. A quanto filtra, i leader del centrodestra discuteranno della partita per il Campidoglio solo dopo il voto d settembre per le Regionali e per il referendum costituzionale, quindi a partire da ottobre.

Di possibili nomi finora se ne sono avvicendati diversi. Da quello della ex ministra Giulia Bongiorno al manager di Italo Flavio Cattaneo, ma entrambi si sono defilati pubblicamente. Sarebbero stati ipotizzati anche il nome del capogruppo di Fdi alla Camera, Francesco Lollobrigida, e quello di Fabio Rampelli. Ma per ora un candidato del centrodestra pronto a sfidare la Raggi non c’è.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE