fbpx

Conte assicura: “La scuola partirà il 14 settembre in sicurezza”

Politica italiana

Il premier annuncia l’assunzione di 160 mila docenti di ruolo, 2,4 milioni di nuovi banchi e la distribuzione gratuita di 11 milioni di mascherine.

©  AFP – Giuseppe Conte

Il premier Giuseppe Conte rassicura: “La scuola ripartirà il 14 settembre in sicurezza“. In una conferenza stampa a Palazzo Chigi, il presidente del Consiglio ha annunciato che, grazie all’assunzione di 160 mila docenti di ruolo, in classe ci saranno più insegnanti e meno studenti. Inoltre, sono già a disposizione 2,4 milioni di banchi e verranno distribuite gratuitamente 11 milioni di mascherine. Mascherine che saranno obbligatorie negli ingressi e negli spostamenti, non quando si è seduti al banco.

Gli scuolabus potranno riempirsi fino all’80% dei posti. In caso di contagi da covid, ci sono linee guida da seguire e sarà possibile la quarantena dell’intera classe. I presidi, ha aggiunto, definiranno gli ingressi a orari scaglionati, mentre le famiglie dovranno misurare a casa la temperatura ai propri figli.

In conferenza stampa anche il ministro della Salute Speranza che ha detto: “Con il ritorno in classe archiviamo il lockdown”.

Da parte sua la ministra Lucia Azzolina ha assicurato che: “Rispetto a giugno quando per il rispetto del metro di distanza nelle scuole avevamo calcolato circa in un milione gli studenti che non avevano un’aula, oggi grazie al lavoro svolto possiamo dire che sono scesi a 50mila gli studenti che con il metro di distanza sono senza aula. Il nostro obiettivo è arrivare al 100% e ci stiamo arrivando”. 

“Non significa che questi 50mila studenti non andranno a scuola – ha spiegato  – ma ci sarà l’obbligo di indossare la mascherina. Nell’ultimo decreto abbiamo disposto 100 milioni di euro per gli enti locali, sono stati fatti accordi anche con scuole paritarie al fine di trovare posti,con i vescovi, abbiamo chiesto anche a teatri. Si tratta comunque di situazioni residuali che si stanno risolvendo”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE