fbpx

Ipercorpo – Festival Internazionale delle Arti dal Vivo 

Eventi, Musica & Spettacoli

XVII edizione di Ipercorpo – Festival Internazionale delle Arti dal Vivo (Forlì 25/27 settembre – 1/4 ottobre 2020).

Come molte realtà di performing arts, teatro e danza analoghe, colpite dagli effetti nefasti della pandemia di Covid-19, anche la nuova edizione di Ipercorpo sarà strutturata in una modalità temporale più estesa, e precisamente in due parti: la prima parte si svolgerà nell’autunno 2020 (anteprima 25-26 settembre, Ipercorpo 1-4 ottobre) e la seconda nella primavera del 2021. 
Il tema dell’edizione 2020 sarà il Tempo Reale che, come tale, ha raccolto l’esperienza del lockdown come opportunità per produrre e veicolare nuove modi di fare spettacolo e nuovi significati. 
Da numerose riflessioni è infatti emerso che l’artista è oggi una delle figure più colpite dalla pandemia. Per tanto, il nuovo Ipercorpo non sarà più strutturato come un contenitore di eventi bensì come un’opportunità per conoscere più da vicino gli artisti, fare un percorso con loro e, paradossalmente, entrare ancora più in intimità con il loro lavoro.
Ipercorpo si svolgerà negli spazi all’aperto di EXATR e in parte all’EXGIL (ex Casa Stadio dell’Opera Nazionale Balilla, importante edificio razionalista progettato negli anni Trenta dall’architetto Cesare Valle) e ognuna delle giornate del festival sarà strutturata, per la sezione TEATRO e DANZA, in tre momenti distinti, ma tra loro connessi: un incontro, un workshop e uno spettacolo che vedrà protagonista, di volta in volta, un artista solo.
Il Festival aprirà il 25 settembre inaugurando la sezione di TEATRO e DANZA curata da Mara Serina e Claudio Angelini, con gruppo nanou, che porteranno in scena il loro ultimo spettacolo: Arsura; seguirà lo spettacolo teatrale dei Muta ImagoSenza Quinte né Scena all’EXGIL, in cui il pubblico sarà invitato a vivere un incontro intimo e confidenziale con gli attori. Avremo poi la partecipazione di Teatro Akropolis con la coreografa e danzatrice Paola Bianchi; tra i protagonisti di quest’anno anche Francesca Foscarini, con lo spettacolo Declinazioni dell’Assenza; presenza apprezzatissima sarà inoltre Alessandro Sciarroni, già vincitore del Leone d’Oro alla Carriera per la Danza alla Biennale di Venezia nel 2019, con il suo spettacolo dedicato alla Polka Chinata: Save the last dance for me; seguiranno le performer Chiara Caimmi e Anna Basti con il lavoro UNLOCKED.
 
Come sempre tornerà il contest La danza in un minuto“: una selezione di 10 video per serata, sempre diversi, scelti in base alla tematica affrontata dall’artista ospite della giornata. Per la MUSICA avremo le partecipazioni di Roberto Villa e del duo Cacao (Matteo Pozzi, chitarra e Diego Pasini, basso) che daranno vita a una Prova aperta in tempo reale che condurrà allo spettacolo serale degli artisti. Per tutta la durata del festival gli ascoltatori saranno inoltre accompagnati da Exit film for a music_(Pre)corpo del suono un progetto speciale dei curatori della sezione MUSICA di Ipercorpo Davide Fabbri e Elisa Gandini sul tema dell’ascolto. Per la sezione ARTE, Davide Ferri curerà Verso sera, un progetto che prevede gli interventi di quattro artisti visivi italiani: Alfredo PirriSergio BreviarioAdelaide Cioni e Mattia Pajè, all’interno di dell’arena estiva del Cinema Apollo: ogni sera, dal 1 al 4 ottobre, sarà presentata un’opera dei quattro artisti  in un percorso di avvicinamento all’arte e al loro lavoro. Non mancheranno poi i laboratori, quest’anno pensati appositamente per la formazione dei docenti della scuola primaria e secondaria con tante occasioni di riflessione e di confronto sui temi dell’attualità, dell’identità e del corpo. 
L’edizione di quest’anno della Masterclass Scena Europa si terrà invece domenica 4 ottobre in modalità virtuale alla Palazzina di EXATR, dove, in collegamento con Iva Horvat, una delle più apprezzate promoter a livello internazionale, si affronteranno le tematiche del festival e si parlerà della sua metodologia di lavoro. Tornerà infine Italian Performance Platform, la consueta piattaforma per operatori internazionali in programma nel 2021; a tal proposito il festival metterà in campo un forum online in cui chiamare a raccolta alcuni degli operatori italiani e stranieri che nelle scorse 8 edizioni sono stati presenti al festival per aprire un confronto tra operatori e analizzare come la recente pandemia ha condizionato lo spettacolo dal vivo e come ciascuno di loro ha affrontato il problema.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE