fbpx

Come riportare le imprese in Italia

Cronaca

“Penso sia anche giunto il momento per ripensare agli strumenti da utilizzare in tempi di crisi, i cosiddetti ammortizzatori sociali. Mi piacerebbe che da ‘ammortizzatori’ passassero ad essere ‘propulsori’ sociali: dalla difesa dell’esistente, che pure serve, alla creazione di nuove opportunità dando centralità all’impresa”. È l’innovativa proposta di Giovanni Zoppas, ceo di Thèlios, intervistato dalla “Tribuna di Treviso”. Riguardo la possibilità che quote della produzione possano rientrare in Italia, soprattutto dopo la precarietà evidenziata dalla pandemia, ha dichiarato: “La presenza in Italia è importante. Lo era prima della pandemia, perché il made in Italy è un valore strategico per la nostra produzione e lo è ancora di più ora che è necessario essere sempre più strutturati nella gestione della filiera produttiva, in particolare nelle emergenze.

Ma anche per offrire un prodotto sicuro e di alta qualità. Le condizioni per il rimpatrio di un gran numero di imprese e lavorazioni, che restano all’estero per inerzia, oggi ci sarebbero. Basterebbe che il governo si desse una politica industriale, visto che l’emergenza sanitaria ha creato condizioni assai favorevoli per aiutare le aziende a progetti di fusione e aggregazione”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE