fbpx

Concorso assistenti giudiziari: con l’esaurimento della graduatoria dopo meno di tre anni lo scorrimento e’ definitivo

Cronaca

L’Amministrazione giudiziaria procede al definitivo e integrale esaurimento della graduatoria dei 4.915 idonei nel Concorso a 800 posti di assistente giudiziario, a meno di tre anni dalla sua approvazione (14 novembre 2017). Anche gli ultimi 332 candidati entreranno così nei ruoli del personale del Ministero della Giustizia-Amministrazione giudiziaria.

Sulla scorta della positiva esperienza della prima tranche di quest’ultimo scorrimento espletata in luglio-agosto e in ossequio alle disposizioni sanitarie connesse all’emergenza Covid-19, la scelta della sede avverrà mediante l’utilizzo di un’apposita piattaforma informatica per il collegamento in videoconferenza, tra il 15 e il 21 ottobre 2020.

A coronamento degli sforzi notevoli di questa Amministrazione, sempre sostenuti da una ferma volontà politica, diretta a salvaguardare la funzionalità degli Uffici colpiti da gravissime carenze di organico, si è in questo modo onorato un impegno preso con i candidati e con gli Uffici, raggiungendo un obiettivo ambizioso quanto, a suo tempo, lo fu la stessa indizione della procedura di reclutamento, dopo un blocco delle assunzioni quasi ventennale.

La graduale entrata in servizio dei vincitori e degli idonei, in numero assolutamente consistente rispetto all’attuale pianta organica e ancora di più rispetto ai dipendenti fisicamente ad oggi in servizio, ha già consentito di toccare con mano gli effetti assolutamente positivi della immissione nel Sistema Giustizia di una forza lavoro giovane, preparata e motivata.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE