fbpx

Elemento naturale potente

Ambiente & Territorio

Il mare appartiene ai sognatori. Quella vasta distesa d’acqua riaccende i nostri pensieri più intimi, riesce a donarci il senso di infinito. È per questo che il mare è amatissimo da secoli. Le migliori riflessioni nascono sulla sua riva, osservando il lento e implacabile movimento delle onde. Ma il mare è molto di più; può trasformarsi in un rifugio quando i pensieri tristi diventano opprimenti, o in un luogo di gioia in estate, quando i bambini giocano nelle spiagge e si tuffano fra le risate. Il mare ha molti volti, uno diverso per stagione e per stato d’animo di chi lo osserva. Può unire e darci l’idea di essere connessi con ogni angolo della Terra o dividere quando un padre che non c’è più si trova nel suo lato opposto chissà dove lassù. In qualunque caso è un elemento naturale potentissimo, circondato dal mistero della sua stessa profondità. Molti lo amano, ma alcuni lo odiano. Per la paura che può far nascere, di quel misto di orrore e meraviglia che scaturisce nell’osservatore più sensibile. Comunque lo si viva, incanta nell’attimo in cui ci ipnotizza d’immenso con lo sguardo perso nell’incessante movimento delle onde. E non si sa il perché.

Evelyn Zappimbulso 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE