fbpx

Enasarco:  imbarazzanti le accuse a fare presto, fake news già smentite dalla stessa Fondazione tre anni fa

Cronaca

A volte si tenta il colpo, ma si finisce per farsi autogol. È quanto accaduto a chi, tra le liste nostre concorrenti, si è trovato nell’imbarazzante situazione di dover riesumare vecchie fakenews pur di gettare fango sugli esponenti della lista Fare Presto!.

Ancora più imbarazzante è che a smentire la ricostruzione sia stata la stessa Fondazione Enasarco. Che si è trovata a dover precisare che gli esponenti di Fare Presto tirati in ballo nel presunto ‘scandalo’, ai tempi dei fatti contestati, non erano nemmeno in Enasarco.

Una precisazione di cui la stessa Fondazione, già tre anni fa, ha chiesto e ottenuto la pubblicazione sullo stesso giornale che, in questi giorni, ha riciclato la stessa presunta ‘notizia’.

Un fatto evidentemente ignorato dai nostri rivali, che hanno rilanciato la storia con titoli allarmistici, bombardando gli indirizzi mail degli agenti.

Un comportamento che la dice lunga su chi sono, e che riflette lo spirito della governance attuale dell’ente, disposta a tutto pur di tenersi aggrappata alla poltrona: anche a trascinare sempre più in basso il livello e le modalità dello scontro elettorale.

Gli agenti, i rappresentanti, i consulenti e le ditte mandanti sappiano con chi hanno a che fare.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE