fbpx

Siamo tutti fratelli

Arte, Cultura & Società

A quanto pare papa francesco si appresta ad emanare una nuova enciclica  dal titolo :siamo tutti fratelli

Dunque da laico quale sono non posso entrare  in merito sulla questione religiosa che implica l’ affermazione- SIAMO TUTTI FRATELLI! che accoppiato con un’ altra affermazione classica: NON FARE AD ALTRI QUELLO CHE NON VUOI CHE SI FACCIA A TE possono essere considerati un programma molto importante, che non solo le religioni ma anche tutti coloro che dicono di volere il bene dell’ essere umano dovrebbero perseguire con determinazione, altrimenti non hanno ragione di esistere e operare nella società; a meno che non dimostrano che essi possano servire solo per  tranquillizzare il singolo individuo mentre si preparano a fomentare guerre sociali e soprattutto tra Stati.

Comunque da laico faccio presente a tutti che l’ essere umano fa parte del mondo animale, e i partecipanti sono muniti  di molto istinto naturale che li porta a difendersi e attaccare se si sentono minacciati; ma la  differenza basilare tra l’ essere umano e quasi tutti gli altri animali, è che se  per i secondi i pericoli per reagire devono essere quasi sempre immediati, per gli esseri umani essi possono essere anche ipotetici sia quelli che riguardano la società in cui vivono ,che quelle che riguardano la  famiglia e quelle individuali. Ecco perche le due affermazioni che a prima vista possono essere facilmente attuate se si hanno retti principi sia religiosi che umanistiche per i laici; non  atei, che secondo me, dovrebbero dimostrare senza alcun dubbio che un dio non esiste, e anche se così fosse a cosa servirebbe dimostrare questo? Sono difficilissimi da mettere in pratica sempre e comunque.

A questo punto qualcuno sicuramente si chiederà:  MA ALLORA SIAMO SENZA ALCUNA SPERANZA? Ebbene se si crede nel processo evolutivo di quasi tutto, i principi su elencati possono essere pietre miliari per costruire un futuro migliore per l’ umanità in tutti i sensi

Mario Marzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE