fbpx

Chiude sabato 10 ottobre a Acqui Terme (AL) la XXIII° edizione Libri da Gustare 2020

Senza categoria

Con la premiazione di Margherita Oggero sabato 10 ottobre alle ore
17.30 presso l’Enoteca Regionale di Acqui si chiude la ventitreesima
edizione della rassegna promossa dall’associazione “Ristoranti della
Tavolozza”.

L’appuntamento, promosso in collaborazione con l’Enoteca Regionale di
Acqui Terme è per venerdì 9 ottobre alle ore 17.30 presso la sala
riunioni dell’Enoteca in Piazza Abramo Levi ad Acqui Terme.

All’incontro, condotto dalla giornalista Barbara Ronchi della Rocca
saranno presenti insieme all’autrice premiata anche Annalisa Vittone,
presidente dell’Enoteca Regionale di Acqui Terme, Claudio Porchia
presidente dell’Associazione Ristoranti della Tavolozza. Al termine
sarà offerto un piccolo aperitivo con i vini del territorio. L’evento
è ad accesso libero, fino ad esaurimento posti per garantire il
rispetto delle norme di sicurezza vigenti in tema di distanziamento e
con obbligo di mascherina.

Il premio Libri da Gustare

Una commissione di giornalisti, librai e chef ogni anno seleziona tra
le migliaia di pubblicazioni del settore le pubblicazioni, che si
distinguono per il lavoro di ricerca e tutela delle tradizioni
culturali e sociali, per la valorizzazione del territorio e per lo
sviluppo di una autentica cultura del cibo.

Le sezioni in concorso sono tre:

•             Cultura del cibo (Saggi, ricettari, guide che raccontano
ed approfondiscono, anche utilizzando il solo linguaggio visivo, la
storia e la cultura del cibo)

•             Cultura del Vino e del bere (Saggi e guide che
raccontano ed approfondiscono, anche utilizzando il solo linguaggio
visivo, la storia e la cultura del vino)

•             Il cibo in Letteratura (Narrativa nella quale il cibo è
il tema attorno a cui si sviluppa il racconto oppure dove il cibo
riveste un ruolo particolare nel tessuto narrativo)

Dopo la premiazione di Giorgione, Vito, Edoardo Toia e Tiziano Gaia,
sabato 10 ottobre Acqui Terme (AL) sarà premiato il libro “Guerra e
Pane” di Margherita Oggero edizioni Slow food. Nel volume si affronta
il tema del rapporto con il padre, e con il nonno, con mamma e nonna a
mettere equilibrio; gli amici e i divertimenti bambini, nonostante la
guerra dei grandi e la città ferita. Pagine preziose e sentite per chi
ama gli scritti di famiglia, un diario che racconta come l’infanzia
sappia interpretare con leggerezza anche le situazioni più complesse
della vita.

“Nonostante le difficoltà collegate all’emergenza sanitaria – spiega
Claudio Porchia, presidente dell’associazione organizzatrice – abbiamo
rivisto e riprogrammato il calendario delle presentazioni, che hanno
riscosso ovunque un grande successo. La formula itinerante della
manifestazione ha permesso di raggiungere un pubblico molto ampio e
abbiamo ricevuto diverse disponibilità ad ospitare la manifestazione
per il prossimo anno. Una formula che piace e che risponde al bisogno
crescente di rassegne letterarie di grande qualità. Dal prossimo mese
di novembre inizieremo a lavorare per la prossima edizione che si
svolgerà in occasione dei 30 anni di attività della nostra
associazione e sarà un momento importante per ricordare la sua
ideatrice, Claudia Ferraresi. Voglio rivolgere un particolare
ringraziamento a tutti gli sponsor ed in particolare alla Banca di
Caraglio che ha creduto nel progetto e ci ha sostenuti anche di fronte
all’emergenza sanitaria”.

Christian Flammia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE