fbpx

Italia sott’acqua, il maltempo sferza la penisola da Nord a Sud

Cronaca

Un centinaio di interventi dei pompieri a Roma. A Venezia sollevato il Mose, marea contenuta. 

©Nicola Marfisi / AGF – Maltempo

Il maltempo sferza l’Italia da Nord a Sud. nostro Paese è infatti interessato da  un’intensa perturbazione che colpisce con piogge diffuse e temporali gran parte delle regioni. La neve è tornata sulle Alpi e il fronte perturbato è pilotato da un vortice ciclonico arrivato dal Nord Atlantico che ha raggiunto l’Italia centro-settentrionale attivando intense correnti sciroccali su tutti i mari.

La neve cadrà copiosa sulle Alpi al di sopra dei 1000-1200 metri con accumuli fino a 30-40 cm oltre i 1500 metri. Sugli Appennini i fiocchi cadranno sopra i 1600 metri. I venti di scirocco renderanno i mari molto mossi o localmente agitati.

Al nord precipitazioni diffuse. Al centro piogge o temporali su Marche, Umbria e regioni tirreniche. Al sud rovesci e temporali diffusi.

Situazione critica nella capitale

Dalle cinque di questa mattina i Vigili del fuoco sono impegnati in numerosi interventi su Roma e provincia. La maggior parte delle richieste sono legate ad alberi e rami pericolanti. Sono circa un centinaio gli interventi già eseguiti dalla polizia locale per affrontare l’ondata di maltempo.

Gli agenti stanno lavorando da ore per la messa in sicurezza delle aree maggiormente colpite da allagamenti, alberi o rami caduti, oltreché per rilevare i danni causati dalle forti piogge e per eseguire le attività connesse agli incidenti stradali avvenuti in queste ore.

Oltre una ventina le chiamate ricevute per alberi o rami pericolanti o caduti sulla carreggiata o sui veicoli in sosta, con danni soltanto alle cose. Gli episodi si sono verificati in varie zone tra cui viale Guglielmo Marconi, via Federico Borromeo, via della Giustiniana, via di Decima, viale Regina Elena, viale dell’Umanesimo. Tra gli interventi legati ad allagamenti quelli di maggior rilievo sono stati effettuati in via Cristoforo Colombo, sotto il ponte del Gra direzione Roma e in via di Casal Palocco all’altezza della Polisportiva.

Danni anche nel Frusinate. A Picinisco, paese della Valle di Comino, è crollato un ponte mentre a Sant’Elia Fiurapido, dopo lo straripamento di un torrente, c’è stato allagamento di case e fattorie. I Vigili del Fuoco stanno lavorando da ore assieme ai carabinieri.

A Cassino la strada di accesso all’ospedale Santa Scolastica è allagata e per poter consentire il passaggio dei mezzi di soccorsi diverse squadre di operai del Comune insieme a Vigili del Fuoco e Protezione Civile stanno lavorando a tempo di record ma la vicinanza del fiume Rapido in piena desta grande preoccupazione. 

Alta marea a Venezia

Torna in azione, con il sollevamento delle paratoie, il Mose di Venezia. Il Centro maree del Comune di Venezia ha fatto sapere che nella città lagunare la marea è stabile tra 60 e 65 centimetri. A Chioggia, causa forte vento di bora, si registrano circa 10-15 centimetri in più rispetto a Venezia. Si tratta del secondo innalzamento del Mose, il debutto ufficiale dell’opera risale allo scorso 3 ottobre.  

Leggermente ritoccate al ribasso le previsioni del Centro maree di Comune di Venezia. Per oggi si prevede un massimo di marea di 130 centimetri  e di 120 centimetri per domani. Per la città di Chioggia si prevedono circa 15 centimetri in più rispetto a Venezia, causa forte vento di Bora. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE