fbpx

Sciascia per la valorizzazione della lingua italiana verso il centenario

Arte, Cultura & Società

di Stefania Romito

E’ tempo di cultura” sabato 24 ottobre 2020

Nel corso dell’incontro si affronteranno i temi tanto cari allo scrittore di Racalmuto, uno tra i più grandi intellettuali del Novecento. Scrittore, poeta, saggista, ma anche giornalista e politico. Dotato di uno spirito libero e anticonformista, Sciascia ha cercato di analizzare nella sua opera, in maniera lucida e razionale, i meccanismi, gli intrighi, le contraddizioni della sua Sicilia. Dai suoi romanzi sono stati tratti diversi film che hanno rispecchiato in parte l’anima dei romanzi di Sciascia, spesso tralasciando di sottolineare quel “pessimismo” atavico, misto di rassegnazione e implicita accettazione che contraddistingue l’animo dell’uomo siciliano, dovuto alla consapevolezza che nulla può cambiare. Sciascia si batté sempre in prima linea contro la mafia, sia nelle sue opere che nella sua attività politica. A lui spetta il merito di essere stato il primo scrittore a mostrare in letteratura la realtà mafiosa, i suoi meccanismi e l’impatto sugli altri abitanti.

Durante l’incontro verrà anticipato il progetto letterario dedicato a Sciascia, dal titolo “A viaggiar terra ritrovando l’isola”, curato da Pierfranco Bruni, che vedrà la luce all’inizio del 2021. Un lavoro articolato che analizza l’opera di Sciascia attraverso una sistematica riflessione che parte dalle competenze specifiche di alcuni maggiori studiosi sul Novecento letterario.

In occasione della Settimana della Lingua italiana nel mondo, lo scrittore Pierfranco Bruni (già candidato al Nobel per la Letteratura) e la giornalista Stefania Romito, domani 24 ottobre alle ore 17, ricorderanno Leonardo Sciascia nell’ambito della trasmissione social “È TEMPO DI CULTURA”, in diretta Facebook nel gruppo letterario “Ophelia’s friends”. Ospite della puntata Simona Giordano, dott.ssa in Beni culturali.

Nel corso dell’incontro si affronteranno i temi tanto cari allo scrittore di Racalmuto, uno tra i più grandi intellettuali del Novecento. Scrittore, poeta, saggista, ma anche giornalista e politico. Dotato di uno spirito libero e anticonformista, Sciascia ha cercato di analizzare nella sua opera, in maniera lucida e razionale, i meccanismi, gli intrighi, le contraddizioni della sua Sicilia. Dai suoi romanzi sono stati tratti diversi film che hanno rispecchiato in parte l’anima dei romanzi di Sciascia, spesso tralasciando di sottolineare quel “pessimismo” atavico, misto di rassegnazione e implicita accettazione che contraddistingue l’animo dell’uomo siciliano, dovuto alla consapevolezza che nulla può cambiare. Sciascia si batté sempre in prima linea contro la mafia, sia nelle sue opere che nella sua attività politica. A lui spetta il merito di essere stato il primo scrittore a mostrare in letteratura la realtà mafiosa, i suoi meccanismi e l’impatto sugli altri abitanti.

Durante l’incontro verrà anticipato il progetto letterario dedicato a Sciascia, dal titolo “A viaggiar terra ritrovando l’isola”, curato da Pierfranco Bruni, che vedrà la luce all’inizio del 2021. Un lavoro articolato che analizza l’opera di Sciascia attraverso una sistematica riflessione che parte dalle competenze specifiche di alcuni maggiori studiosi sul Novecento letterario.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE