fbpx

Nuovo Lookdown nazionale? Genocidio di Stato?

Politica

di Roberto Guerra

Memorizzate questi geni del Governo e del PD. Speranza, Dario Franceschini, Orlando e Bonafede dei 5 Stelle: numeri o meno (il problema è altrove, di carattere democratico e ha che fare con l’Innegoziabile Libertà in Democrazia…) sono i principali promotori e responsabili eventualmente del prossimo Look Down nazionale. Persino Conte che sta cercando di evitare il disastro  fa meglio figura (poi se cederà si riconfermerà come il Badoglio della già prima ondata). In ogni caso sarà eventualmente un Genocidio di Stato, gli storici lo ricorderanno come un nuovo olocausto e molto presto gli italiani , ripetiamo sanno già quali Politici (forse anche Zingaretti,  a parte il minore cognitivo De Luca che ha già scatenato a Napoli violente e comprensibili proteste) in uno Stato Evoluto e non miserrimo come il nostro vanno terminati… (e non solo, quasi tutti..).  Già anche perchè c’è un’altra questione parallella e convergente che fa a pezzi la pretesa dello Stato Sanitario di anteporre la cosiddetta  salute pubblica all’inalienabile al Diritto alla Libertà individuale, anche sul piano costituzionale checchè troppi…  mistificano.  Oltre, naturalmente, penalizzando quasi tutte le categorie, ristoratori, bar ecc, a generare un vero e proprio default economico…

 
Migranti al di là della Sicurezza e della Malattia?
 

Da sempre dalla pandemia e ancor di più con le nuove restrizioni di questa cosiddetta seconda ondata, una rimozione letteralmente freudiana caratterizza in Italia  il governo Conte-PD-5 Stelle e persino il cosiddetto CTS composto in gran parte da meri funzionari politici e senza gli esperti più competenti, come denunciato da certi Veri Virologi scientifici.

In nome della Sicurezza assoluta (che non esiste) e dell’Ideologia, in merito ai migranti o clandestini, pseudoumanista e anche pseudomarxista, il papa purtroppo in primis, lo Stato Terapeutico ha limitato i diritti fondamentali degli italiani ma incredibilmente ha abolito anche i decreti Salvini per mero business del PD, non chiudendo i confini nel Mediterraneo.

Sia ben chiaro, sulla pelle degli stessi migranti, confinati in hotspot lager senza possibilità di controllo e sicurezza sanitaria: e sbarcano da tempo anche migranti infetti nel Sud o lo diventano in illusorie navi quarantena o negli stessi hotspot.

E non si parla di numeri minimi, oltre ai fatti documentati  di migranti che scappano dagli hotspot, anche infetti, di cuoi spesso si perdono le tracce, liberi di circolare in tutto il Sud.

Oltre alla dislocazione governativa poi nel resto d’Italia.

Ce ne sarebbe abbastanza in un paese normale e non schizopolitico  per denunciare l’attuale governo italiano per complicità nel favorire la pandemia, visto che flagrantemente per i migranti la Sicurezza nei fatti non esiste.

Oltre a domandarsi se l’attuale esplosione in tutto il Sud del virus almeno per un buon 30-50% non sia dovuta proprio a diffusori migranti, sembra possibile che i dati  anche in questo senso siano manipolati.

Lo stesso CTS nei suoi paranoidi (almeno in parte) suggerimenti contro la seconda ondata, non ha speso una parola sulla questione migranti clandestini a rischio per quanto riguarda la Sicurezza Nazionale, con i media(quasi tuti) che fanno finta non esista la problematica.

Nessun complottismo, il virus era ed è pericoloso, i contagi restano troppi e pericolosi, ma questa rimozione freudiana (nella migliore delle ipotesi) amplifica in modi non irrilevanti la pandemia.

Sulla pelle degli italiani e degli stessi clandestini e migranti…
 
Effetti Collaterali e imminenti in caso  di Nuovo Lookdown(Blocco nazionale)
 

Sono Prevedibili (come già Napoli ha dimostrato) effetti collaterali, prima o poi esplosivi probabilmente sociali:  una guerra civile prossimo ventura? E a Roma stessa i Politici, figurarsi con un ipotetico secondo LookDown rischiano di finire come Luigi XIV o lo Zar….


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE