fbpx

Un filo diretto tra milano e Santo Domingo con il libro d’artista “Orizzonte”

Estero

SANTO DOMINGO – L’Ambasciata d’Italia a Santo Domingo in occasione della XX Settimana della Lingua Italiana nel Mondo ha organizzato, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera e l’Instituto Tecnológico de Santo Domingo (INTEC), una lezione sul libro d’artista “Orizzonte”, creato da Alessandra Angelini e presentato in questa occasione. Il volume riguarda la poesia dedicata alla madre da parte del vescovo Alessandro Geraldini, mentore e amico di Cristoforo Colombo e fondatore della Chiesa cattolica di Santo Domingo.
L’intervento ha avuto luogo, giovedì 12 novembre, alle 12.30 ora di Santo Domingo (le 17.30 in Italia) contemporaneamente in diretta da Milano Santo Domingo in occasione di Bookcity 2020 e della Semana de la Educación Internacional 2020.
La lezione si profila come scambio culturale sul tema della lingua italiana e della creatività artistica prendendo spunto dal libro d’artista “Orizzonte”. Nell’occasione l’artista, accompagnata dal vicedirettore dell’Accademia Maria Cristina Galli e da Andrea Canepari, ambasciatore d’Italia in Repubblica Dominicana, parlerà di alcuni aspetti della sua didattica presso l’Accademia di Brera, esprimendo in particolare riflessioni riguardanti il testo poetico e la traduzione visiva.
La lirica del vescovo Geraldini è riportata, all’interno del libro, nelle due versioni: italiano e latino. Verrà quindi anche posto l’accento sulla lingua latina come lingua madre generatrice di altre lingue diffuse nel mondo.
La figura di Alessandro Geraldini è forse la prima nella storia, dopo Cristoforo Colombo, ad unire l’Italia e la Repubblica Dominicana in una relazione secolare, lunga più di 500 anni e che ha recentemente celebrato i 120 anni delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.
L’Ambasciata d’Italia ha lavorato negli ultimi anni per rafforzare ulteriormente questi storici legami culturali: basti pensare alla Cattedra di Lingua italiana “Alessandro Geraldini” presso la Pontificia Universidad Catolica Madre y Maestra e la partecipazione di INTEC nel 2020 al Progetto “Laureati per l’Italiano”, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che ha creato i primi corsi universitari di lingua italiana per studenti locali. Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, il Progetto ha superato tutte le aspettative, coinvolgendo oltre 600 nuovi studenti interessati ad apprendere la nostra lingua.
L’evento si inserisce all’interno della programmazione internazionale dell’edizione 2020 di Bookcity, la prestigiosa rassegna organizzata dal Comune di Milano con l’obiettivo di mettere al centro il libro, la lettura e i lettori, come motori e protagonisti dell’identità della città e delle sue trasformazioni nella storia passata, presente e futura.  


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE