fbpx

Contest per i giovani. Così Zonta inaugura i 16 giorni di attivismo

Diritti del Cittadini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 1999, Zonta inizia i suoi sedici giorni di attivismo più importanti dell’anno. Più di ogni altro giorno ed ogni anno, dal 25 novembre e sino al 10 dicembre, giornata mondiale dei diritti umani, data scelta per ricordare la proclamazione da parte delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani, la più antica associazione di donne al mondo, sfodera il suo più alto impegno per ricordare a tutti che c’è ancora una fetta debole della società che va tutelata in maniera culturale prima ancora che normativa. Quest’anno, nonostante il duro periodo storico, che ha arenato le attività extracurricolari nelle scuole, Zonta Taranto, presieduta per il prossimo biennio dalla prof.ssa Evelyn Zappimbulso, raggiunge i giovani chiedendo loro di partecipare ad un contest. Un messaggio denuncia, attraverso un video o una foto, per una mobilitazione social che usi il linguaggio dei ragazzi, per fermare il tempo suoi valori dei rispetto e della uguaglianza sostanziale, garantita con immediatezza dall’articolo 3 della Costituzione, ma che richiede ancora oggi lotta ed impegno per la sua pienezza viva. Diverse sono le scuole di Taranto e provincia che hanno manifestato interesse per la iniziativa. Tutti i lavori verranno pubblicati sulle pagine Istituzionali di Zonta Taranto e inviati ai vertici di Zonta internazional. Il miglior elaborato verrà utilizzato come spot contro la violenza di genere. L’avvocato Antonella De Marco, vicepresidente ed esperta con Zonta nella veicolazione della cultura del rispetto tra i giovani, ha realizzato le tre Pillole di Zonta; tre video snelli e d’effetto che, anche a distanza, guidano gli studenti nella comprensione del fenomeno della violenza sulle donne. In vista del 25 novembre, Zonta Taranto ha fatto dono delle sue Pillole alle scuole joniche che hanno aderito alla mobilitazione social “don’t touch” ideata dal comitato progetti del club zontiano tarantino composto da Antonella De Marco, vicepresidente, Annamaria De Vittorio, past President, Livia Marinò Caramia, past President, Silvia Abeille, Gabriella Fumarola, past President e past Area Director e dalla presidente Evelyn Zappimbulso. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE