fbpx

L’immortale del Rajastan: sopravvive al morso di un cobra dopo aver contratto Covid, dengue e malaria

Estero

Il britannico Ian Jones, da alcuni mesi in India con un’organizzazione umanitaria, è stato dimesso dopo due giorni e non ha alcuna intenzione di lasciare il Paese

© AFP – cobra

AGI – Un cittadino britannico, Ian Jones, già contagiato dal Covid-19, è stato dimesso dalla terapia intensiva due giorni dopo essere stato morso da un cobra reale nella città di Jodhpur, nello Stato indiano del Rajastan. Lo ha riferito all’Evening Standard la famiglia dell’uomo, che si è trasferito in India pochi mesi fa e dall’inizio della sua permanenza ha già contratto la malaria, la dengue e il coronavirus.

Jones, che dirige un’Ong dedicata al sostegno ai poveri, al momento del ricovero aveva perso la vista e non riusciva a muovere gli arti. Sia la cecità che la paralisi si sono però rivelate transitorie, tanto che l’uomo è stato presto rispedito a casa per proseguire la convalescenza da un morso con conseguenze spesso fatali. I medici che lo hanno curato si sono detti ottimisti sul recupero dell’operatore umanitario, che è inoltre risultato negativo al nuovo test per il coronavirus al quale è stato sottoposto.

“Papà è un combattente”, ha commentato il figlio Seb, assicurando che il genitore “rimane risoluto nella sua determinazione nel restare nel Paese e continuare il suo lavoro per soccorrere le persone che hanno bisogno del suo aiuto”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE