fbpx

Esserci per contare

Politica

Vivere nel Bel Paese resta complesso e i mesi che verranno potrebbero riservarci altre amare sorprese. La cura per l’Italia è ancora tutta da verificare. La Pandemia ha solo complicato il nostro tenore di vita e la sopravvivenza in generazionale. Intanto, dovremo fare i conti con un compromesso politico contraddittorio.

Per il 2021, pure se nessuno è profeta in Patria, dovrebbe essere varata una nuova legge elettorale. Entro il prossimo autunno, si potrebbe tornare alle urne per rinnovare il nostro Potere Legislativo. Certo è che la panacea ai nostri mali peggiori ha smarrito anche l’ottimismo di facciata. Il “Coronavirus” ha solo ampliato il nostro disagio nazionale. Del resto, le terapie d’urto non hanno mai dato garanzie. Tanto meno le esternazioni di chi governava e ora è all’opposizione. Tramontati i tempi delle promesse non mantenibili, ora si confida sulle sorti di un’Italia in avvicendamento. Di fatto, ci siamo resi conto che basterebbe una certa tenacia per dare una spallata a questa politica nazionale; nata e sviluppata sull’argilla ben prima della Pandemia.

 L’evoluzione del sistema sta avvenendo in tempi e in modi imprevisti e, oggettivamente, non sempre coerenti. Ora, in prima linea, resta la nostra salute. Il difficile, di conseguenza, è capire dove si assesterà l’“apparato” politico. I nostri dubbi dello scorso anno restano, così, a tutto campo. Come a scrivere che anche a livello UE la posizione nazionale non resta tra le migliori. Insomma, “esserci per contare” non può restare solo un motto verbale.

Giorgio Brignola


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE