fbpx

Pareggio tra Lecce e Venezia

Corini: meno brillanti del solito, merito al Venezia

Sport & Motori

LECCE – Quattro gol, tante emozioni e, forse, due punti persi per i salentini. Protagonisti i due bomber, Coda e Forte. Falco entra dalla panchina e regala una grande giocata.

Finisce 2-2 la partita tra Lecce e Venezia allo Stadio Via del Mare, valida per la decima giornata del campionato di serie B. I giallorossi si posizionano al terzo posto in classifica in attesa delle altre partite di oggi.

Padroni di casa in vantaggio al 20’ del primo tempo. Slalom gigante di Coda concluso con l’assist per il destro di Mancosu che batte Lezzerini sul primo palo. Venezia pericoloso al 32′ con Di Mariano che tenta la via del pari con un destro dai 30 metri che accarezza l’incrocio dei pali. Pochi minuti dopo arriva il pareggio firmato da Forte, che batte il portiere Gabriel con un preciso colpo di testa. Al 40′ è ancora a Forte a colpire in area di rigore, questa volta con un’acrobazia di sinistro che bacia il palo e termina in rete per il vantaggio ospite.

L’uno due dei lagunari stordisce il Lecce, che nel secondo tempo insegue con tenacia il pareggio contro la ben organizzata formazione ospite. Obiettivo raggiunto al 77’ con Coda, servito splendidamente da Falco, subentrato dalla panchina.

Questo il commento del tecnico del Lecce Eugenio Corini al termine della gara.

Conoscevamo le caratteristiche del Venezia. Il primo tempo la partita è stata equilibrata. Loro hanno fatto due bei gol. Le due squadre hanno cercato di superarsi, loro sono stati attenti e bravi a contrattaccare. Nel secondo tempo c’è stato un dominio territoriale, li abbiamo spinti a difendere sempre più in basso. Abbiamo trovato il pareggio grazie ad una grande azione di Falco. Siamo riusciti a concludere però meno di quanto abbiamo costruito. A noi è mancata la lucidità nella giocata finale. E’ venuto fuori un pareggio nel quale la squadra non è stata brillante come altre volte, è mancato anche un pizzico di fortuna perché nel secondo tempo potevamo anche vincere. Il Venezia era un punto sotto di noi, sapevamo di affrontare una squadra che meritava grande rispetto. Mi è piaciuto il fatto che la squadra sotto di 2-1 ha dominato il secondo tempo, ha fatto quello che doveva fare. Aver allungato la striscia di risultati utili consecutivi è molto importante, a volte partite così si possono anche perdere. Mi è piaciuto il fatto che la squadra ha sempre provato a far valere le proprie certezze, non abbiamo mai perso di equilibrio e lucidità. Ci è mancata l’incisività nella scelta finale, ma va dato merito al Venezia che ci ha fatto calciare meno del solito. Coda e Mancosu? Sono giocatori molto importanti, di grande qualità. Sappiamo di poter contare su di loro, sono giocatori imprescindibili. Ora testa al Frosinone, è un altro big match“.

Giuseppe Nuzzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE