fbpx

Caso Del Turco, nota dell’Avanti: “E’ stato un politico. Può morire”

Politica

20 ergastoli con pensione a Totò Riina! Una giustizia burocratica e senza anima.

L’ufficio di presidenza del Senato ha tolto il vitalizio a Ottaviano Del Turco, sindacalista socialista già segretario aggiunto della CGIL e poi parlamentare del PD e presidente della Regione Abruzzo condannato senza prove dopo mesi di carcere preventivo. Del Turco malato di tumore, affetto da alzheimer e Parkinson da più di un anno è segregato in casa in stato di incoscienza. Essere puniti  retroattivamente per reati che non esistevano al momento della presunta commissione dei fatti è già un’oscenità giuridica contro la Costituzione. Infierire su un uomo già perseguitato da una condanna ingiusta cui resta solo un fil di vita è una barbarie immorale, incivile e disumana. Mentre invochiamo un atto di clemenza dal Presidente della Repubblica chiariremo chi – oltre i soliti noti giustizialisti 5 Stelle, leghisti e Coltelli d’Italia – si è reso responsabile di questa infamia. C.M.

Abbiamo pubblicato e diamo la nostra adesione all’appello dell’Avanti. Non si tratta soltanto di una battaglia per rendere giustizia ad una persona. Si tratta di riaffermare una concezione della giustizia in linea con i nostri principi di civiltà.

(n.c.)  | 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE