fbpx

“Scrivere e parlare al deserto”

Scienza&Tecnologia

Senza una profonda revisione delle nozioni classiche, sembra impossibile comprendere la attività biologica quantica del virus

Paolo Manzelli

La QED è  la “Elettro-dinamica Quantistica” (la teoria delle interazioni tra materia e luce) ed e’ essenziale anche allo scopo di  interpretare la azione di “ Biosensore Quantico” della” Proteina Spike “.

Rf.1.) Https://www.edscuola.eu/wordpress/?P=138928

Lo SPIN . Nella Biologia Quantica  (= Vortice) rappresenta  una codificazione che concorre a definire la correlazione di polarizzazione tra lo stato “elettrico e magnetico” delle particelle quantiche.

Lo Spin è rappresentabile, per analogia, come una forma di momento angolare intrinseco alla rotazione su se stesse delle particelle quantiche , pur non esistendo una grandezza corrispondente in Fisica Classica la quale prevede un rigido reciproco posizionamento di 90 gradi tra il campo Magnetico ed Elettrico .

Nel 1940 Wolfgang Pauli, affermo’  il “Principio di Esclusione di Pauli” il quale  enuncia che le particelle elettromagnetiche (Fermioni) hanno “Spin Semintero” e che quindi ,per essere associate nell’ sistema di Campo Coerente  generato dall’ Entanglement Quantico, nel quale esse  possono esprimere solo due codificazioni  di polarizzazione (Up  +1/2 , and Down -1/2)

Rf.2) “Entanglement Quantico”.

https://www.gsjournal.net/Science-Journals/Communications-Miscellaneous/Download/8124

Pertanto una coppia di  particelle quantiche , in condizioni di “Entanglement” ,possono permanere come   intrinsecamente connesse tra loro anche a grande distanza ed in tal caso il  cambiamento della polarizzazione  di un membro della coppia corrisponde un cambiamento di verso opposto dello stato di Polarizzazione di Spin dell’ altra particella gemella.

Lo Stato di Polarizzazione Entangled degli  Spin UP/DOWN e viceversa, diventa oscillante , ma puo interrompersi a causa di una interazione che distrugge  la Coerenza dell’ Entanglement , cosi che la nuova situazione di De-coerenza , determina una “Variazione” che puo essere catturata  come SEGNALE sensibile per la attivazione della Proteina SPYKE , che pertanto agisce da Biosensore , per agganciare la infezione virale alle cellule umane. In tal modo  il Virus Sars,Cov,2, diviene abile di  scegliere quelle persone per le quali la perturbazione dello stato di “Coerenza Vitale “ e piu’  instabile .

Proteina Spike e Vaccini Genetici

Rf.3) https://dabpensiero.wordpress.com/author/dabpensiero/

Questa ipotesi di lavoro è in studio nel Quadro degli Studi EGOCREANET su la EPIGENETICA VIRALE 4.0

Rf.4.) https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=138606

Rf.5) https://www.corrierenazionale.net/2020/12/14/elementi-di-bioquantica-virale/

NB: Cerchiamo Collaborazione per la condivisione di questi studi di BIOQUANTICA .

Gli interessati possono Inviare a tale scopo una Email a: < egocreanet2016@gmail.com

 

 

LE PROTEINE DEL CORONA VIRUS -Paolo Manzelli 15/12/2020.

SPIN& SPIKE : https://www.edscuola.eu/wordpress/?p=139185

SARS-CoV-2 (2019-nCoV, è il Virus responsabile della Pandemia Mondiale . Il RNA del Virus SARS-CoV-2 codifica per un insieme di proteine tra cui la triade di proteine di superficie ; 1) La proteina dell’involucro(M) e 2) la Proteina (N ), la proteina Nucleocapsidica che sostiene la 3) la Proteina Spike (S) Quest’ultima “Spike-Proteins” è composta da due sub-unita S1 ed S2 ; dove la S1) agisce come sistema di “bio-informazione ” in quanto è responsabile del riconoscimento della superficie cellulere da infestare , mentre la S2) svolge il ruolo di “intescambio di informazione specifica” per attivare la interazioine con il Recettore Ace.2 Umano ,con il quale crea il legame di infezione con la supeficie cellulare respiratoria dei polmoni.

Pertanto il Compleeso di Sub-unita S1 +S2 della Proteina SPIKE persegue il compito complesso di “Biosensore della Informazione” necessaria ad attivare la Infezione Virale “COVID.19”–

La proteina Nucleocapsidica (proteina N ) è la proteina più abbondante nel coronavirus. La proteina N è una fosfoproteina altamente immunogenica e normalmente è molto conservata. La proteina N del coronavirus viene spesso utilizzata come marker nei test diagnostici mente il Complesso Proteico (Proteina Spike) che agisce da Biosensore per realizzare la infesione della Membrana Cellulare Umana , svolge inoltre un ruolo chiave nella induzione deigli anticorpi neutarlizzanti il Virus Sars.Cov.2. e per la attivazione delle risposte dei Linfociti T e dei Natural Killers per la protezione immunitaria del Corona.Virus. http://www.egocrea.net …


One Reply to ““Scrivere e parlare al deserto””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE