fbpx

Nella manovra c’è di tutto, anche un ‘bonus doccia’

Economia e Finanza

Ecco alcune delle principali novità della manovra approvate finora in Commissione Bilancio della Camera, impegnata in una maratona notturna per il via libera al provvedimento 

© Luca Dadi / Agf – La manovra prevede anche il bonus doccia

Dallo stop del pagamento dei contributi previdenziali per autonomi e professionisti all’Iva agevolata al 10% per il cibo da asporto, passando per il ‘bonus idrico’ da 1.000 euro per sostituire soffioni della doccia, rubinetti e sanitari che consentano il risparmio dell’acqua.

E poi: stop alla prima rata Imu nel 2021 per il settore del turismo e dello spettacolo, dieci giorni di congedo per i neo papà e un bonus fino al 40% delle spese sostenute per acquistare un’auto elettrica entro il 2021 per chi ha un Isee inferiore ai 30.000 euro. Ecco alcune delle principali novità della manovra approvate finora in Commissione Bilancio della Camera, impegnata in una maratona notturna per il via libera al provvedimento. Si punta a chiudere entro domenica mattina per inviare il testo nell’Aula di Montecitorio lunedì alle 11. 

Un miliardo per lo stop ai contributi degli autonomi 

Arriva un fondo da un miliardo per il 2021 per l’esonero dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai professionisti. L’agevolazione è riconosciuta a condizione che l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2020 sia inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del 2019.

Iva ridotta al 10% per delivery e asporto

Via libera all’Iva agevolata al 10% per il delivery e il cibo d’asporto. È quanto prevede un emendamento alla manovra, a prima firma del leghista Garavaglia, approvato dalla commissione. La proposta di modifica prevede che anche per i “piatti pronti e pasti che siano stati cotti, arrostiti, fritti o altrimenti preparati in vista del loro consumo immediato, della loro consegna a domicilio o dell’asporto” sia applicata l’Iva ridotta.

Stop prima rata Imu per settori turismo e spettacolo 

“Con un emendamento alla manovra abbiamo previsto l’esenzione per l’anno 2021 dalla prima rata dell’Imu sui settori del turismo e dello spettacolo”, hanno dichiarato i deputati M5s Marialuisa Faro e Angela Masi. E hanno spiegato: “Saranno esenti dall’imposta municipale anche le discoteche, le fiere, gli stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, gli immobili degli stabilimenti termali oltre a quelli degli agriturismi, dei villaggi turistici, degli ostelli della gioventù, dei rifugi di montagna, delle colonie marine e montane, degli affittacamere per brevi soggiorni, delle case e appartamenti per vacanze, dei bed and breakfast, dei residence e dei campeggi. Esentati anche gli immobili in uso da parte di imprese che si occupano di allestimenti di strutture espositive nell’ambito di eventi fieristici o manifestazioni”. Inoltre, “abbiamo previsto il credito di imposta del 60% rivolto alle agenzie viaggio e tour operator fino al 30 aprile 2021 e 100 milioni nel fondo emergenze ampliato ad altri soggetti del turismo”.

Il ‘bonus idrico’ risparmia-acqua

Arriva il ‘bonus idrico’ da 1.000 euro da utilizzare entro il 31 dicembre 2021 per le spese di sostituzione di sanitari, rubinetti e soffioni doccia. Per la misura è istituto un fondo con una dotazione di 20 milioni di euro per il 2021.

Congedo per i neo papà e rientro delle mamme al lavoro 

Sale da 7 a 10 giorni il congedo obbligatorio di paternità per la nascita dei figli nel 2021. Sono inoltre in arrivo 50 milioni per favorire il rientro al lavoro delle neo mamme. “Al fine di sostenere il rientro al lavoro delle madri e favorire la conciliazione dei tempi di lavoro e dei tempi di cura della famiglia, per l’anno 2021”, si legge nella proposta di modifica, vengono stanziati 50 milioni di euro, “da destinare al sostegno e alla valorizzazione delle misure organizzative adottate dalle imprese per favorire il rientro al lavoro delle lavoratrici madri dopo il parto”.

Mamme sole con figli disabili 

Arriva un assegno di 500 euro per madri sole con figli con disabilita’. L’emendamento e’ stato presentato dai 5 Stelle e riformulato. Il beneficio è destinato a madri sole, disoccupate o monoreddito con un figlio che abbia una disabilità di almeno il 60%. Stanziati 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.

Bonus per acquistare un’auto elettrica 

Via libera della commissione anche a un bonus fino al 40% delle spese sostenute per acquistare un’automobile elettrica entro il 2021 per chi ha un Isee inferiore ai 30 mila euro e a patto che il veicolo abbia un costo sotto i 30 mila euro.

Verso stretta sulle e-cig 

La stretta sul tabacco si allarga alle sigarette elettroniche. Uno degli emendamenti alla manovra presentati dai relatori prevede un aumento per il 2021, delle tasse sui liquidi senza nicotina dal 5% al 10% e per i liquidi con nicotina dal 10% al 15%. L’incremento sarà inoltre progressivo di cinque punti percentuali sia nel 2022 sia nel 2023. Per i liquidi con nicotina la tassazione passerà dunque dal 10% al 25% in tre anni e per i liquidi senza nicotina la tassazione passerà dal 5% al 20% in tre anni. Per il tabacco riscaldato un’altra proposta dei relatori prevede l’aumento dell’accisa di 5 punti percentuali l’anno, dal 25% attuale al 40% nel 2023.

Stop tasse e contributi fino a febbraio per sport 

Approvato anche l’emendamento, a prima firma Graziano Delrio (Pd) riformulato, che prevede la sospensione dei versamenti delle imposte sul reddito, dell’Iva e dei contributi previdenziali, per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva, le associazioni e le societa’ sportive professionistiche e dilettantistiche, fino al 28 febbraio 2021. I pagamenti potranno essere effettuati entro il 30 maggio 2021 in un’unica soluzione o in 24 rate mensile di pari importo.

Fondo da 2 milioni per la formazione nel turismo

Il fondo sperimentale per la formazione turistica esperenziale, istituto presso la Presidenza del Consiglio, ha una dotazione di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 per migliorare le capacità professionali degli operatori del settore e aumentare l’attenzione alle tematiche della sostenibilità ambientale.

Parità salariale, 2 milioni dal 2022 

Via libera all’istituzione del Fondo per il sostegno della parità salariale di genere con una dotazione di 2 milioni di euro annui dal 2022 destinato a interventi finalizzati al sostegno e al riconoscimento del valore sociale ed economico della parita’ salariale di genere e delle pari opportunità sui luoghi di lavoro.

Fondo per accoglienza mamme detenute con bimbi 

Via libera all’istituzione del Fondo per il finanziamento dell’accoglienza di genitori detenuti con bambini al seguito in case famiglia e in case-alloggio per l’accoglienza residenziale dei nuclei mamma-bambino. Il fondo ha una dotazione pari a 1,5 milioni di euro per ciascuno degli anni del triennio 2021-2023.

Venti milioni per gli istituti tecnici superiori 

Stanziati 20 milioni di euro per il potenziamento di progetti finalizzati alla valorizzazione del sistema di istruzione e formazione tecnica superiore, per migliorare l’occupabilità dei giovani diplomati.

Dieci milioni per lo stoccaggio dei vini di qualità

Via libera a un fondo di 10 milioni per il 2021 per compensare le perdite subite a causa del Covid dal settore vitivinicolo di qualità. Il fondo è destinato allo stoccaggio privato di vini Doc, Docg e Igt detenuti in impianti in Italia. AGI


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE