fbpx

Rimedi naturali contro lo stress: quali sono più efficaci?

Ambiente & Salute

Lo stress è uno dei fattori di pericolo più comuni per la nostra salute. Il termine deriva dal latino e vuol dire “stringere” e riguarda sia una questione fisica che mentale. Dal punto di vista fisico lo stress è una forza che può causare delle vere e proprie modificazioni a livello fisico.

Dal punto di vista psicologico, invece, è la risposta messa in atto da un organismo di fronte a qualsiasi richiesta proveniente dall’ambiente. Così come esistono fattori di stress (stressor) negativi, che mettono in tensione il nostro organismo, riducendo anche le sue capacità immunitarie (distress), allo stesso modo possono esistere anche forme benefiche, che attivano positivamente l’organismo (eustress).

Lo stress psicologico si divide in stress acuto e stress cronico. Nel primo caso si ha una reazione fisiologica dell’organismo che viene attivata da un evento esterno circostanziato e facilmente identificabile.

Questa è la forma più comune. Ha una durata limitata e induce reazioni volte ad aumentare la prontezza delle risposte di fronte ad un pericolo.

Si parla invece di stress cronico se la causa coincide con una condizione prolungata. In questo caso l’individuo si sente costantemente sotto pressione, e lo stato di allerta e l’attivazione corporea che ne derivano rischiano di cronicizzarsi.

Quando questo avviene, il sistema di recupero del meccanismo di sovraeccitazione non funziona più come dovrebbe, e l’organismo resta in uno stato di allarme costante. I rischi legati ad un alto livello di stress sono tanti. Quando il livello di stress è molto alto il nostro organismo reagisce come quando si sente minacciato: mette in atto una risposta di attacco e fuga. Questa è una reazione involontaria, automatica ed assolutamente evolutiva dato che ha permesso alla nostra specie di sopravvivere ai pericoli nel corso dell’evoluzione. 

Nel sistema circolatorio: il nostro organismo reagisce come se fossimo davanti ad una minaccia di tipo fisico, quindi si prepara ad essere attaccato e ferito. Per queste ragioni, i vasi sanguigni si restringono e il sangue diventa più denso e si coagula, onde evitare di finire dissanguati nel caso di una ferita.

I rimedi

Esistono diversi rimedi naturali per combattere lo stress. Pensiamo, ad esempio, a prodotti come l’olio di cbd che è molto efficace contro questo tipo di problemi. Altre piante come la melissa e la passiflora sono particolarmente indicate in virtù degli effetti ansiolitici e antispasmodici, in caso di ansia e senso di angoscia; nelle forme di nevrosi isterica, fobica, ossessiva e post-traumatica. Anche la valeriana (Valeriana officinalis), per suoi principi attivi ha la capacità di inibire il mediatore chimico, responsabile nella regolazione dell’eccitabilità neuronale in tutto il sistema nervoso, della sensazione di rilassamento e anche dell’induzione del sonno.

Inoltre, quando si è in stato di ansia, depressione e insonnia, è molto consigliata la griffonia che innalza i livelli di serotonina e regolarizza il ciclo sonno-veglia (ritmo circadiano). L’uso della griffonia si è rivelato utile anche per il controllo della fame nervosa, legata a stati di stress.

 

Stesso discorso per l’iperico che agisce come riequilibrante del tono dell’umore, limitando il riassorbimento di due ormoni (noradrenalina e dopamina) che intervengono a sostegno dell’organismo nei periodi di maggiore esaurimento nervoso.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE