fbpx

Discovery 2021 :intervista a Chiara Vermigli

Musica&Spettacolo

Il corrierenazionale.net in collaborazione con l’organizzatore e ideatore dell’evento “ Discovery 2021″Mario Greco inaugura un ciclo di interviste ai talenti emergenti al fine di far conoscere e promuove le loro competenze, il loro lavoro e la loro capacità ma soprattutto la loro tenacia e la voglia di emergere.

Intervista a Chiara Vermigli

  1. Quando hai deciso di dedicarti alla musica e perché?

Ho iniziato a studiare canto circa quattro anni e mezzo fa nella scuola chiamata Vocal Sound della mia città. Fin da piccola ho sempre avuto un grande interesse per la musica; mi ricordo ancora di quando chiedevo insistentemente a mia madre di mettere il mio CD preferito di De André in macchina per cantare a squarciagola ogni nota. Intraprendere questo “percorso” mi è risultato quindi più che naturale.

  1. Quali sono stati i tuoi primi passi nel mondo della musica? Raccontaceli.

Mi sono appassionata al canto a 11 anni quando, facendo danza e teatro nella scuola dove andavo, ho conosciuto la mia attuale insegnante Marlen Laddaga con la quale è nato subito un feeling. Negli ultimi due mesi scolastici ho preso parte alle sue lezioni e dopodiché mi ha fatto esibire come corista e solista al teatro Concordi di Campiglia e da lì, anche se mi son dovuta fermare un anno perchè non credevano che sarei riuscita a cantare, l’amore per il canto e la musica ha prevalso, ed oggi mi ritrovo qua con tante belle esperienze alle spalle; esperienze che sono certa continueranno, dato che sto lavorando anche ad un brano inedito con un amico.

  1. Qual è il tuo genere musicale? Ad essere sincera, apprezzo quasi tutti i generi musicali; ma, se ne dovessi scegliere alcuni con cui mi trovo più a mio agio ad eseguire, direi R&B, Soul e il pop. Parlando più in generale, in questo ultimo periodo, apprezzo molto il K-pop e il rap italiano.
  2. Quali artisti hanno influenzato la tua scelta musicale? Gli artisti che hanno più influenzato le mie scelte musicali sono senza dubbio Amy Winehouse, Rihanna, Aretha Franklin, i Queen e CL. Italiani mi piacciono molto Noemi, Nina Zilli, Dolcenera, Elodie, J-ax, Piero Pelù, Ultimo, Tha Supreme e molti altri.
  3. . Ti stai stai già esibendo? Raccontaci se parteciperete a qualche evento. Negli ultimi anni ho preso parte a vari contest e eventi, tra cui feste e serate di beneficenza, organizzati da vari enti e società. Ho cantato in gruppo e singolarmente a “dilettando”, un concorso diretto da Carlo Sestini e tenuto nei pressi nella mia città, arrivando prima e seconda in varie tappe fino anche alla finalissima. Oltre a questo, ho avuto l’onore di far parte del coro della serata anni 80 al Cartoon Village, affiancando artisti importanti come I Raggi Fotonici, in particolare Mirko Fabbreschi e Laura Salamone, Douglas Meakin ed altri. Grazie sempre a Mirko e Laura, ho partecipato come corista nella sigla di “Arthur e il popolo dei Minimei” in onda su Rai Gulp. L’anno scorso ho inoltre preso parte al “Format tv The Music Show” di Rossana Barbarossa, andando così in onda su reti private.
  4. Che cosa ne pensi dei Talent Show? Credo che i Talent Show siano un ottimo trampolino di lancio e un ottimo mezzo per ottenere visibilità, riuscendo così a dare “un piccolo assaggio” di cosa si ha da dire e della propria musica. Mi piacerebbe, qualora si presentasse l’occasione, di provare anche questa nuova esperienza.
  5. Cos’è la musica per te?Cosa significa? Per me la musica è tutto: è quella cosa che c’è sempre, una valvola di sfogo e una via di fuga dalla realtà. Mi è capitato spesso di “rifugiarmi” spesso in essa quando si presentava un problema o quando semplicemente avevo voglia di svagare un po’. Ci sono infatti determinate canzoni che mi hanno accompagnato per tutta la vita e che, nei momenti più bui, mi hanno aiutata a rialzarmi e a stare meglio.

8 Descrivici i il vostro ultimo singolo con 3 parole o anche più..

Purtroppo non ho ancora avuto la possibilità di far uscire il mio primo singolo ma spero di poterlo fare al più presto. Vorrei, con la mia musica, aiutare quelle persone che come me hanno bisogno di un “posto sicuro” in cui rifugiarsi e stare bene.

  1. Abbandoneresti l’Italia per vivere un’esperienza musicale all’estero?

Ovviamente riuscire a fare musica nel proprio paese e riuscire a farsi apprezzare qui in italia sarebbe il massimo. Non escludo niente, dipenderebbe tutto dai presupposti, mai dire mai.

Nome e cognome: Chiara Vermigli
Nome artistico: Discor.dya
Indirizzo e-mail: chiaravermigli02@gmail.com
Profilo Instagram: discor.dya_singer
Profilo Facebook: Chiara Vermigli
Profilo Twitter: Hinachan001

redazione@corrierenazionale.net
Daniela Piesco


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE