fbpx

“Il modo più efficace di fare qualcosa è farlo” Amelia Earhart

Arte, Cultura & Società

Amelia Earhart, prima donna aviatrice a sorvolare l’Oceano Atlantico nel 1928, è un’icona femminile che si è mostrata al mondo come una donna coraggiosa, che non si è fermata davanti a nessun ostacolo e che ha saputo cambiare le regole, insegnando alle generazioni di ragazze future come anche una donna abbia il diritto di sognare in grande e, soprattutto, di farcela.

“Il modo più efficace di fare qualcosa è.… farlo.” – Amelia Earhart –

Amelia Earhart è stata la prima donna aviatrice ad attraversare l’Oceano Atlantico. La sua storia ha inizio nel 1897 ad Atchinson (Kansa), successivamente ha trascorso la sua infanzia trasferendosi con la sua famiglia in diverse cittadine tra Stati Uniti e Canada. Sin da piccola ha dimostrato di essere una bambina vivace e amante delle sperimentazioni, sono infatti tante le situazioni che la ritraggono come una bambina esuberante: all’età di circa 8 anni costruì una rampa e a bordo di una cassetta di legno si lanciò nel vuoto.

Amelia da bambina collezionava articoli di giornale che raccontavano storie di donne che ricoprivano incarichi prettamente maschili, senza sapere che un giorno sarebbe stata ritratta come un simbolo femminista d’avanguardia. Infatti, dopo innumerevoli sacrifici e svolgendo qualsiasi lavoro per potersi pagare i costosissimi corsi di aviazione, nel 1922 con il sostegno economico della madre e della sorella compra il suo primo aeroplano.

La carriera di Amelia subisce una svolta nel 1928 quando a Boston viene scelta da George Palmer Putnam (diventato poi suo marito) come prima pilota donna a compiere il volo transoceanico. Offerta accettata senza esitazioni e impresa compiuta in modo eccelso, Amelia viene acclamata in tutto il mondo. Amelia pubblica il suo primo libro “20 Hours-40 Minutes”, al quale seguono altri due scritti ed è presente in diverse apparizioni pubbliche, diventando una vera e propria star.

Di Amelia si parla anche in un reportage di Vogue “la donna che svolge una vita attiva”, dove non solo si parla della sua attività di aviatrice, ma anche della sua esperienza come disegnatrice di mise di volo per le donne pilota. Si dimostra quindi versatile e creativa, realizzando una sua collezione di abbigliamento con abiti dalle linee maschili, pantaloni comodi con grandi tasconi e una linea di valigie.

Dopo aver sorvolato in solitaria le acque dell’Oceano Pacifico e Atlantico, nel 1937 intraprende il viaggio per effettuare il giro del mondo, dal quale però non fece mai ritorno, scomparendo misteriosamente insieme al suo copilota il 2 luglio del 1937.

Amelia è un’icona, un esempio illustre di donna che ha dimostrato la sua forza e la sua tenacia nello sfidare precetti e regole sociali della sua epoca, diventando una vera e propria star femminista in un mondo dove il diritto di sognare in grande era riservato agli uomini.

L’aviatrice è un esempio emblematico di come davanti a un sogno si debba fare di tutto per realizzarlo, come una passione non conosca ostacoli. Agendo con coraggio e audacia, Amelia ha saputo prendere il controllo della sua vita, senza arrendersi di fronte alle difficoltà, intraprendendo spesso scelte ardue e faticose, facendo innumerevoli sacrifici che le permettessero di raggiungere il suo obiettivo. Da giovane ha, infatti, svolto qualsiasi tipo di lavoro che le consentisse di pagare i corsi di aviazione e di acquistare il suo primo aeroplano.

Per questi motivi Amelia Earhart è un mentore, un mito, un simbolo di perseveranza, coraggio e audacia, un modello che insegna quanto sia importante seguire le proprie ambizioni e passioni. Zonta Internazional, associazione mondiale di donne per le donne, celebra il suo ricordo ogni anno nel mese di gennaio.

Hillary Clinton l’ha definita una “fonte d’ispirazione per sognare in grande”, ed è proprio questa sua capacità di saper sognare in grande e di riuscire a raggiungere il traguardo, oltre le restrizioni maschiliste morali dell’epoca, che ha insegnato alle donne che possono farcela, come? Facendo e basta.

Amelie è un’icona ancora oggi: la sua storia insegna come ogni donna debba avere consapevolezza di se stessa, senza avere timore del giudizio, senza abbattersi di fronte agli ostacoli posti dalla società e conquistando la propria indipendenza in modo intraprendente e coraggioso, senza temere di sognare troppo in grande.

Amelie insegna che coraggio, entusiasmo, tenacia e testardaggine, sono le chiavi per realizzare il proprio futuro, lottando per se stessi, senza mai accontentarsi. Anche Mattel ha reso omaggio ad Amelia Earhart, realizzando un modello Barbie nella serie “Inspiring Woman”, raffigurandola con il suo iconico abbigliamento da aviatrice e i capelli corti. Amelie ha lottato per se stessa e in modo pacato e silenzioso anche per i diritti di ciascuna donna nel mondo.

“Si può realizzare qualsiasi cosa si decida di fare. Si può agire per cambiare e controllare la vita. E il percorso che si compie è la vera ricompensa.” Amelia Earhart

Evelyn Zappimbulso 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE