fbpx

Un agricoltore ha ucciso centinaia di animali con il mais avvelenato

Cronaca

Nutrie, fagiani, oche, anatre lepri: è caccia all’autore della strage compiuta nelle campagne del Veronese 

Nutrie 

Disastro ambientale nelle campagne del Veronese, centinaia di animali sono morti in un terreno di circa tre ettari a Gazzo Veronese. Un agricoltore ha sparso mais avvelenato con l’obiettivo di liberarsi dalle nutrie nella sua proprietà. Oltre alle nutrie, sono state avvelenate lepri, fagiani, anatre, oche e altri animali presenti sui campi e nell’adiacente Oasi del Busatello. Lo rende noto l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa), che ha già dato mandato ai suoi legali di sporgere denuncia per avvelenamento, disastro ambientale e per uccisione di animali ai sensi dell’ 544 bis del codice penale.

“Auspichiamo che il procedimento sia veloce e la pena esemplare, affinché tali azioni non si ripetano mai più – dichiara il presidente dell’Oipa Italia, Massimo Comparotto – Quel che è accaduto è gravissimo e questa tragedia che ha compito la fauna selvatica merita la giusta pena, sia dal punto di vista penale che civile. Le nostre guardie zoofile sono sul posto e stiamo aspettando i dati del disastro. Siamo in presenza di un danno ambientale e di una strage della fauna che ci lascia attoniti”.

Tag:AVVELENAMENTO


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE