fbpx

Non invidio Mattarella

Politica

Mi ha colpito il basso livello del Senato. Non parlo solo di tale Ciampolillo, no vax che voleva lavare gli ulivi col sapone per guarirli dalla xylella…ma dei parlamentari e senatori sia di destra che di sinistra. Tralascio i grillini perchè sarebbe come sparare sul pianista. Di Roberto Caputo

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante il discorso di insediamento | Presidenza della Repubblica, Attribution, via Wikimedia Commons

Con grande pazienza ho assistito al dibattito al senato…Mi ha colpito il basso livello politico e culturale. Non parlo solo di tale Ciampolillo, no vax e grande esperto in agricoltura, visto che voleva lavare gli ulivi col sapone per guarirli dalla xylella…ma dei parlamentari e senatori sia di destra che di sinistra…. Tralascio i grillini perchè sarebbe come sparare sul pianista. A sinistra , tranne poche eccezioni ,si è ancora prigionieri di un vintage intellettuale preoccupante dove si paga l’ eredità del pci e della dc e dove non si è mai voluto fare un salto culturale riconoscendo gli errori pregressi. Anzi in questi giorni si celebra la scissione di Livorno…ma almeno nel pci il livello era molto alto ora si brancola nella modestia. Forza Italia non ha mai voluto trasformarsi in un vero partito liberale di massa rimanendo una forza padronale dove una parte del gruppo dirigente viene scelto ad Arcore, spesso senza merito alcuno e infatti poi ci si trova di fronte ai casi della Rossi, della Ravetto ed altri … La Lega si è formata molto sul territorio specie al nord dove è nata; ma manca di un vasto gruppo dirigente ed in una logica tardo leninista ha sempre giocato ad avere un capo solo. La sua posizione anti Europa l’ ha privata di consensi internazionali e di alleanze interne ed ha allontanato il voto moderato. La Meloni ovviamente sconta un passato nostalgico e le opzioni sovraniste. Insomma in Italia manca una destra liberale moderna e di governo …e si è visto in questa crisi giocata male e sempre in una posizione subalterna, facendosi dettare l’ agenda politica. Renzi è forse il più bravo ma si è suicidato con il referendum e con il suo io ipertrofico…impossibile capire cosa farà Calenda e la Bonino dovrebbero smetterla di giocare da soli e dovrebbero mettersi insieme per dar vita ad una formazione europeista. Il percorso dei prossimi mesi con pandemia ed emergenza sanitaria è irto di ostacoli e gli italiani sono sempre più a disagio…non invidio Mattarella.

Roberto Caputo 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE