fbpx

Endometriosi: tra falsi miti e realtà

Ambiente & Salute

Se ne parla live con il Dr. Carlo De Cicco del Campus Bio Medico di Roma

27 gennaio, h. 21 diretta Facebook organizzata da A.P.E.  

Endometriosi tra falsi miti, tabù, leggende metropolitane e importanti verità da sapere. Se ne parla live mercoledì 27 gennaio alle ore 21 durante una diretta Facebook organizzata da A.P.E. ODV (Associazione Progetto Endometriosi) con il Dr. Carlo De Cicco, ginecologo presso il Policlinico Universitario Campus Bio Medico di Roma e Annalisa Frassineti, Presidente di A.P.E., che risponderanno a tutti i dubbi sull’endometriosi. Una patologia cronica, dolorosa e invalidante, che colpisce in Italia 1 donna su 10, quindi circa 3 milioni nei vari stadi clinici e si verifica tra i 25 e i 35 anni, ma può comparire anche in fasce d’età più basse. Non esistono percorsi di prevenzione né cure definitive, ha costi altissimi e non solo in senso economico, con sofferenze continue e gravi ripercussioni psicologiche, nella vita privata e lavorativa. È una ferita nel corpo, nella psiche e nell’identità femminile, conviverci è un’impresa difficile, specialmente quando è invisibile agli occhi degli altri. Nonostante il periodo complicato A.P.E. ODV, un gruppo di donne che si basa sul reciproco sostegno e conforto, continua a fare formazione e informazione per creare consapevolezza. Per abbattere le barriere e far sentire a tutte la vicinanza, per far riscoprire l’unione e la solidarietà anche durante il lockdown organizza un nuovo appuntamento online, per rispondere a dubbi e curiosità.

“Quante volte abbiamo ricevuto informazioni contraddittorie riguardo i sintomi, la diagnosi, la terapia dell’Endometriosi – afferma Annalisa Frassineti – E quante volte abbiamo ascoltato consigli diametralmente opposti che finiscono col disorientare e confondere chi con quella patologia vive. E allora abbiamo deciso di dedicare questo spazio a tutte quelle domande e quelle incertezze che abbiamo nei confronti della malattia”. Questo incontro vuole far luce su cosa è reale e cosa invece frutto della tradizione o di un errato passaparola sull’Endometriosi, perché una corretta informazione è fondamentale in una patologia che colpisce così tante donne, ma a oggi è ancora poco conosciuta e sottovalutata. Uno degli obiettivi più importanti per A.P.E. ODV è quello di creare legami basati sull’empatia: le donne possono darsi coraggio e condividere conoscenza attraverso la propria esperienza. Il dolore viene molto spesso sottovalutato, normalizzato, confuso. Altrettanto spesso le donne credono di più ai giudizi esterni che ai segnali del proprio corpo. Solo ascoltandosi si ha la possibilità di agire tempestivamente e prevenire le conseguenze più gravi della malattia.

ENDOMETRIOSI: può manifestarsi attraverso sintomi ben precisi, come la dismenorrea (dolore acuto e lancinante durante il ciclo e l’ovulazione, che può irradiarsi alle gambe, mal di testa, nausea, stipsi o diarrea, mal di schiena), cistiti ricorrenti, perdite intermestruali e colon irritabile, dolore pelvico cronico. Inoltre, l’endometriosi può essere causa di infertilità (30-35%), di disfunzioni sessuali legate al dolore che si prova durante il rapporto, di sindrome da affaticamento cronico e, in generale, di riduzione della qualità della vita.

A.P.E. ODV è un’associazione senza scopo di lucro che nasce nell’ottobre del 2005 su iniziativa di un gruppo di donne, con esperienza di endometriosi vissuta sulla propria pelle o con storie di volontariato attivo in altre realtà. La presidente è Annalisa Frassineti, membro del Consiglio Direttivo e Referente del gruppo di Forlì-Cesena-Ravenna e ci sono gruppi di volontarie, dove trovare ascolto e supporto, in tutta Italia: da Bari a Brescia, da Cosenza a Cuneo – Torino, dalla Romagna alla Toscana (Firenze, Livorno), da Genova a Milano, dal Veneto (Venezia, Rovigo, Verona) alle Marche, da Palermo a Roma, da Parma, Modena e Reggio Emilia a Trento e Lugano. apendometriosi.it

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE