fbpx

Fiducia ad Auteri. Oggi chiude il mercato ed è vietato sbagliare

Sport & Motori

Avanti tutta in direzione ostinata e contraria. Così, parafrasando un celebre titolo di un album di Fabrizio De André, il summit societario tra De Laurentiis, Romairone ed Auteri ha stabilito che si proseguirà il campionato con lo stesso allenatore di Floridia fino alla fine.

Oggi, tra l’altro, termina il mercato suppletivo invernale a cui il Bari dovrà prestare la massima attenzione per non sbagliare. Del resto la Ternana, ormai, appare irraggiungibile nonostante si abbia dalla propria parte lo scontro diretto in Umbria (per il quale, se le premesse sono come quelle di Teramo, sarà difficile uscire indenni dal “Liberati”, così come sarà difficile uscire vittoriosi da Catania, Avellino, Catanzaro, Torre del Greco e Castellammare di Stabia), e le inseguitrici le fanno sentire l’affanno come l’Avellino uscito ieri vincitore, ed il Catania che lo segue a ruota.

Il presidente De Laurentiis, nel suo post pubblico del post gara, si è mostrato deluso e arrabbiato per la prestazione di Teramo ma soprattutto per le conseguenze relative allo sviluppo della classifica che appaiono compromesse, ma nel contempo ha manifestato lucidità confermando tutto il gruppo (DS e allenatore) che, a detta sua, sta compiendo un grosso lavoro. Del resto un eventuale cambio di panchina non avrebbe avuto senso in quanto, con uno nuovo, ci sarebbe voluto del tempo per entrare nei meccanismi del nuovo allenatore, perdendo tempo prezioso per la volata finale che, a meno di clamorosi sviluppi, vedrà il Bari gareggiare nei playoff.

Entro oggi, dunque, occorre lavorare per consegnare ad Auteri una squadra in grado di mantenere quanto meno il secondo posto, e Cianci è stato il terzo tassello di una certa importanza anche se non è iniziata bene la sua avventura in biancorosso a causa del problema al tendine i cui tempi di recupero non dovrebbero superare i venti giorni, anche se si spera in un recupero in tempi più stretti. E con l’indisponibilità momentanea di D’Ursi occorrerà reperire almeno un altro attaccante, e all’uopo Romairone è sulle tracce di Francesco Di Mariano, 24 anni del Venezia, esterno offensivo, Nichoals Pierini, 22 anni del Sassuolo impiegato quest’anno ad Ascoli, e Mirko Antonucci, 22 anni della Roma in prestito alla Salernitana. Uno di questi potrebbe sbarcare a Bari.

Un’altra pedina che potrebbe arrivare in Puglia è Christian Maggio, 39 anni da compiere, ma dotato di esperienza e anche di classe, del resto il suo curriculum parla chiaro, tra l’altro ritroverebbe la famiglia De Laurentiis che lo ha avuto per ben undici anni tra le sue fila. Maggio andrebbe ad occupare il posto di Andreoni. Tra l’altro lo stesso calciatore si è appena svincolato dal Benevento e pertanto lo si potrebbe reclutare a parametro zero. Ma sulle sue tracce ci sono anche Vicenza e Lecce, due squadre di B, e l’affare appare complicato ma non impossibile.

Infine bolle ancora in pentola la trattativa per portare a Bari Salim Diakitè, 20 anni difensore del Teramo che potrebbe essere acquistato dal Napoli che, poi, lo girerebbe al Bari in prestito, ma questo arrivo dovrebbe dipendere dalla cessione di Perrotta che, purtroppo, non ha molti estimatori.

Ma attenzione: entro stasera sarà vietato sbagliare.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE