fbpx

Prestazione sconcertante del Bari contro la Cavese

Sport & Motori

Imbarazzante. Davvero imbarazzante. Questo il Bari di oggi non tanto per il risultato finale che lo ha inchiodato al pareggio contro l’ultima in classifica, quanto per la prestazione davvero inquietante. Senza idee, senza intensità, senza fame, senza qualità, senza tecnica, senza tattica, senza niente. Nel secondo tempo il Bari non ha effettuato un solo tiro i porta tranne il gol, si pensi questo.

Si son visi orrori tecnici, ci sono dei giocatori che davvero sono imbarazzanti che nel Bari non possono e non devono giocare, non meriterebbero di militare nel Bari. Siamo severi, lo sappiamo, ma riteniamo di dire la verità.

E’ difficile anche per noi commentare una gara come quella di oggi, davvero è difficile e mortificante commentare una prestazione che è andata ben oltre la mera delusione. E pensare che il primo tempo era stato moderatamente incoraggiante con almeno tre occasioni nitide create dal Bari con un Maita a mezzo servizio ma molto ispirato (una traversa per lui), e la solita dose di errori nelle finalizzazioni, poi la Cavese ha fatto la sua partita ordinata senza pungere ma, come è già accaduto quest’anno, al primo errore (e che errore, diremmo orrore), quello di Sabbione, il Bari viene punito con un gol di Bubas lasciato da solo dal difensore barese. Un po’ la “foto” del Bari di quest’anno. Ma il peggio deve ancora venire.

E poi ci tocca descrivere il secondo tempo davvero molto imbarazzante dove il Bari non ha fatto praticamente nulla, ed anzi, è parso anomalo pure il gol del pareggio di D’Ursi su cross del nuovo entrato Sarzi Puttini, poi il nulla, orrori, errori, brutture, zero idee, zero occasioni, zero tutto. Davvero incredibile questo Bari visto oggi che è andato ben al di là di altre magre prestazioni fin qui intraviste.

Un Bari davvero inguardabile ed indifendibile, e questa gara può essere un punto di svolta: non ha reagito dopo Teramo, inutile girarci intorno, crediamo che la posizione di Auteri sia in discussione. Romairone, però, ha parlato a fine gara annunciando intanto che ha assistito ad una brutta gara, dunque convenendo sia pur elegantemente e con altre parole col nostro giudizio, e poi che la squadra andrà in ritiro a tempo indeterminato, anche se in sala stampa son girati già i nomi di Rastelli e di altri.

Auteri non ha saputo trasmettere ai calciatori i suoi concetti anche se in campo ci vanno i calciatori, e se sbagliano e si comportano oscenamente come oggi, si fa fatica a pensare che tutte le colpe siano della guida tecnica, e ripetiamo solo. Addirittura la Cavese ha rischiato di vincere con una traversa al 90′.

Ai limiti del ridicolo, forse stiamo andando sul pesante ma, credeteci, non possiamo descrivere diversamente, perché la realtà è questa.

Non si può credere che certi giocatori possano indossare la maglia gloriosa del Bari. No. E che non si dica che non ci si sta con la testa, a Teramo c’erano le mani sui fianchi, oggi gli errori di passaggi da un metro, si prende gente esperta per reagire, ed invece cui prodest?

Una squadra senza anima che non la si deve vedere e giudicare solo quando si vince 4-1, ma bisogna vederla soprattutto nelle difficoltà come oggi. E allora per una squadra senza anima occorre dare risposte forti. Certo mancava Antenucci, ma per battere la Cavese riteniamo che potessero bastare quelli scesi in campo.

Preferiamo evitare di puntare l’indice verso qualcuno, tuttavia ci limitiamo a citarne uno solo: Candellone, la cui prestazione è stata davvero imbarazzante nonostante l’indubbio sacrificio. E ci fermiamo qui per una concordia hordinum.

E pensare che la Ternana, oggi, non aveva vinto. Altro che playoff. Con questa squadra si rischia pure di non entrarci nella griglia se non ci si dà una strigliata.

Massimo Longo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE