fbpx

Ma quanto ci costano i cambiamenti climatici?

Ambiente & Salute

Nel 2020, oltre la pandemia, ci sono stati moltissimi eventi catastrofici: inondazioni, incendi e alluvioni. Tutto ciò è stato causato dal cambiamento climatico, l’aumento della temperatura che sta comportando enormi costi: sia in termini di vite umane, sia in termini economici.

L’associazione umanitaria Christian Aid, attraverso una importante indagine, “ha stimato i danni causati da dieci degli eventi più disastrosi del 2020 – dagli incendi australiani alle tempeste Ciara e Alex che hanno flagellato dalla Gran Bretagna al Piemonte: migliaia le persone che hanno perso la vita in ogni angolo del mondo e più di 100 miliardi di dollari andati in fumo. Un’analisi sull’impatto economico degli eventi estremi avvenuti nel 2020 è stata condotta anche da Munich Re, che quantifica i danni a 210 miliardi di dollari, con un incremento del 24% rispetto all’anno precedente”.

Gli Stati Uniti d’America è stato il Paese più colpito dai disastri naturali costati circa 95 miliardi di dollari. L’evento catastrofico più “costoso” è l’uragano.

GLI STUDI DELL’UNIVERSITA’ DI STANFORD

L’Università di Stanford, di recente, ha pubblicato uno studio sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences: negli ultimi trenta anni, a causa delle inondazioni, ci sono stati danni per circa 75 miliardi di dollari.

 

I ricercatori hanno analizzato il rapporto tra dati climatici e dati socio-economici portando alla luce “come le perdite derivanti dall’aggravarsi delle piogge estreme rappresentino quasi un terzo del costo finanziario totale delle inondazioni negli Stati Uniti nel periodo compreso tra il 1988 e il 2017. Inoltre ben 14 milioni di persone, secondo i dati della First Street Foundation, si trovano esposte al rischio inondazioni, spesso senza nemmeno alcuna tutela. Le mappe federali su cui si basa la domanda assicurativa, infatti, sono spesso obsolete e non tengono affatto conto dei cambiamenti climatici e dell’impatto che stanno avendo su zone che in passato non conoscevano il problema; il risultato è che sempre nuove aree diventano a rischio, ma molti proprietari di immobili non hanno gli strumenti nemmeno per assicurarsi”. Questa sono le gravissime conseguenze del surriscaldamento globale.

Non è arrivato ancora il momento di agire?

Adriano Pistilli

Responsabile Tecnico Gestione Rifiuti, esperto di Diritto Ambientale

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE