fbpx

Russia, morto improvvisamente il medico che curò Navanly

Estero

MOSCA – Ieri è morto improvvisamente in ospedale Maksimishin Sergey Valentinovich, il medico che aveva curato Alexei Navalny dall’avvelenamento. Aveva 55 anni. La notizia è stata confermata in una dichiarazione dell’ospedale in cui il medico lavorava, diffusa poi dalla Cnn.

“Con rammarico, vi informiamo che il vice capo medico per l’anestesiologia e la rianimazione dell’ospedale di emergenza №1, assistente del dipartimento dell’Università statale di medicina di Omsk, dottore di ricerca in scienze mediche, Maksimishin Sergey Valentinovich è improvvisamente morto”. Non sono state specificate le cause del decesso.

Attualmente il dissidente Navalny, dopo la condanna di martedì, si trova in carcere. Erano stati chiesti tre anni e mezzo di carcere per aver violato le condizioni sulla libertà condizionale quando, alcuni mesi fa, si era recato in Germania in seguito all’avvelenamento di cui sarebbero responsabili i servizi segreti russi.

redazione@corrierenazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE