fbpx

La musica jazz piange Chick Corea

Estero

È morto Chick Corea, leggenda della musica jazz. Aveva 79 anni. Colpito da una grave forma di tumore, scoperto di recente.

“Era un marito, un padre e un nonno amato, ed era un mentore e un amico per molti”, si dichiara nella nota che ha annunciato la sua morte che include anche un messaggio dello stesso Chick Corea ai suo fans: “”Voglio ringraziare tutti coloro che durante il mio viaggio mi hanno aiutato. Mi auguro che coloro che hanno sentore di poter scrivere, suonare e fare performance lo facciano. Se non lo fate per voi stessi almeno fatelo per noi. Il mondo non solo ha bisogno di più artisti, è anche molto divertente esserlo”. Il messaggio prosegue con un ringraziamento speciale i suoi amici musicisti: “è stata una benedizione e un onore imparare e suonare con tutti voi. La mia missione è sempre stata quella di portare la gioia del creare ovunque ho potuto, e averlo potuto fare con tutti gli artisti che ammiro è stata la ricchezza della mia vita”.

Chick Corea è stato tra i musicisti jazz più importanti a partire dal dopoguerra. Tra le sue composizioni più celebri vanno ricordate “Spain”, “500 Miles High” e “La Fiesta”, divenute dei classici della musica jazz.

È stato nominato 67 volte ai Grammy  ed è riuscito ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento per ben 23 volte, ad iniziare dal 1976 con “No Mistery” insieme ai Return to Forever.

redazione@corrierenazionale.net


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE