fbpx

Danimarca l’orrore continua: i visoni sepolti vivi riemergono dalla terra come zombie

Estero

Secondo la polizia locale, le carcasse sono salite in superficie, sollevate dalla pressione dei gas rilasciati dalla decomposizione. Il ministero dell’ambiente ha detto che i visoni dovrebbero essere coperti da almeno 2 metri di terra, ma secondo l’emittente pubblica DR sono stati sepolti sotto 1 metro di terra.

“Le autorità stanno giocando con il nostro ambiente e lo stanno usando come discarica” – ha detto al quotidiano Jyllands-Posten Leif Brogger, un politico locale. Inoltre gli animali sono stati seppelliti troppo vicino a un lago, suscitando timori per l’inquinamento da fosforo e azoto, anche se i funzionari hanno promesso di risolvere la situazione.

Il ministero ha insistito sul fatto che la fuga dei visoni dalla loro tomba fosse un “problema temporaneo legato al processo di decomposizione degli animali”. “Per evitare potenziali problemi per gli animali e gli esseri umani, l’area sarà monitorata 24 ore al giorno fino a quando non verrà montata una recinzione” – ha affermato il ministero.

All’inizio di novembre, la Danimarca, che è il più grande esportatore al mondo di pellicce di visone, ha annunciato che avrebbe eliminato tutti gli oltre 17 milioni di visoni del paese dopo che è stata scoperta negli animali una versione mutata del nuovo coronavirus che potrebbe mettere a repentaglio l’efficacia dei futuri vaccini.

Due settimane dopo aver emesso il decreto nel pieno della discussione politica per l’illegalità della decisione, il governo la scorsa settimana ha annunciato che la potenziale minaccia per i vaccini umani era “molto probabilmente estinta”. Ma ora che gli zombie sono riemersi come una vendetta del destino, la questione pericolo riemerge insieme ai corpi degli animali.

Fonte, nonsoloanimali.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE