fbpx

È morto Artur Sula – Una grave perdita per la cultura del confronto tra Albania e Italia

Arte, Cultura & Società

di Pierfranco Bruni

Una grave perdita. Non solo come uomo e come papà, ma anche la cultura perde un vero punto di riferimento in un legame stretto tra cultura italiana e letteratura albanese. Ci ha lasciato Artur Sula. Giovane docente ordinario dell’università di Tirana nella quale università ha creato un vero polo di scambi culturali tra la letteratura italiana, quella albanese e quella più complessa del mondo dei Balcani.

Si é occupato più volte di didattica e di glottologia, ovvero di glottodidattica della lingua italiana. Lo avevo conosciuto molti anni fa, quando mi chiamò per una prolusione ad un convegno dedicato a Luigi Pirandello alla Università di Tirana. Mi fece trovare un salone gremito di docenti, studiosi e allievi e il tutto organizzato con l’Ambasciata italiana a Tirana.  

Una persona mite, dolce, profondamente acuta nel catturare il dialogo tra le due culture. Abbiamo collaborato successivamente ad altre iniziative come i convegni su Gabriele D’Annunzio e su Cesare Pavese. Ci eravamo sentiti di recente per programmare dei seminari su Dante Alighieri in occasione delle celebrazioni dantesche.

Spesse volte ci siamo incontrati anche in Italia. Era in programma un libro scritto a quattro mani, Sula-Bruni, dedicato a Ignazio Silone e sul quale stavamo lavorando mettendo a confronto cultura popolare e religiosità nei romanzi di Silone. Sula si sarebbe dovuto occupare della prima produzione di Silone ed io dei romanzi successivi.

Era responsabile della Plida di Tirana dal 2014. L’Italia era la sua passione tanto che ha frequentato più volte città come Roma, dove lo incontravo, Milano, Perugia. Era la letteratura italiana che lo affascinava e la figura di Dante é stata sempre un riferimento. Un uomo del confronto e la sua posizione culturale social liberale era dentro la sua formazione.

Una grave perdita. Una tristezza scavante per un uomo e per uno studioso che ha sempre posto al centro il sorriso del dialogo. Sono profondamente addolorato.

Aveva soltanto 53 anni. Era attualmente decano della facoltà di Lingue straniere della università di Tirana.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE