fbpx

Uccisione dell’Ambasciatore italiano nel Congo

Friuli Venezia Giulia

TRIESTE –  “Una tragedia immensa che provoca dolore e sconcerto. E ci fa riflettere sugli enormi rischi che corre chi opera in Paesi difficili come il Congo per portare pace e mediare tra le controversie”.

Il presidente del Consiglio regionale, Piero Mauro Zanin, commenta così l’attentato che è costato la vita all’ambasciatore italiano Luca Attanasio e al carabiniere Vittorio Iacovacci.

“Fa impressione che l’attacco sia stato sferrato contro un convoglio delle Nazioni Unite, che stanno operando per cercare di stabilizzare la situazione politica e sociale nella Repubblica democratica del Congo”, osserva ancora Zanin.

“Il militare che ha perso la vita prestava servizio da qualche tempo in Congo ma era in forza al 13° reggimento Friuli Venezia Giulia, a Gorizia – ricorda il presidente – e questo ce lo rende ancora più vicino. A nome del Consiglio regionale, esprimo ai familiari delle due vittime il cordoglio e il grande dolore di tutto il Friuli Venezia Giulia per il vile attentato”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE