fbpx

Manfredonia, una città leggermente abbandonata

Puglia

di Romina Vidili

Il Consiglio dei ministri ha deliberato, il 9 febbraio scorso, su proposta del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, di prorogare per 6 mesi l’affidamento della gestione del comune di Manfredonia a una commissione straordinaria, non essendo ancora completata l’azione di recupero e risanamento dell’ente, sciolto a seguito dell’accertamento di condizionamenti da parte della criminalità organizzata.

Il comune del foggiano, già gestito da un commissario straordinario, dal maggio 2019, a causa delle dimissioni dell’allora sindaco, era stato affidato, nell’ottobre 2019, per 18 mesi, in gestione a una commissione straordinaria, rappresentata dal commissario prefettizio Vittorio Piscitelli.

Se una città può risultare spesso mal gestita, da una amministrazione comunale poco attenta alle esigenze della popolazione e della città stessa, di peggio può accadere quando la gestione viene affidata ad un commissario prefettizio che non vive in loco.

Tante le lamentele sollevate, infatti, da parte dei cittadini, in merito a diverse questioni irrisolte.

Dalla situazione della zona comparti a quella delle strade dissestate e poco attenzionate da chi dovrebbe occuparsi della pulizia, la cui manutenzione è praticamente inesistente

La città risulta priva di decoro urbano e ricca di escrementi di animali presenti su strade e marciapiedi.

Un’altra piaga è l’abuso di alcool tra gli adolescenti e non di inferiore importanza resta la questione della illuminazione scarsa, o inesistente, in diverse zone della città.

È chiaro che diversi problemi dipendono anche dal senso civico dei cittadini, spesso poco inclini al rispetto altrui, ma, un intervento più efficace e più frequente, da parte degli enti preposti, potrebbe essere un monito anche per i cittadini meno attenti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE